Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Ischia Vintage: l’eccellenza del bello e del buono

Un tributo al vino e al piacere della convivialità, per ricordare che Ischia non è solo l’isola delle terme millenarie ma è anche vino e ancora oggi l’agricoltura rappresenta la principale attività dopo il turismo. Si rinnova dal 27 al 29 ottobre nei saloni del prestigioso Hotel Regina Isabella a Lacco Ameno la manifestazione Ischia Vintage, giunta alla sua XV edizione: il vino come grande protagonista di un evento che celebra l’amore per il bello e la passione per il buono, in un weekend interamente dedicato al piacere della buona cucina e del buon vino. Ma non solo. Etichette di grande prestigio, preziose miscele di tè, pizze d’autore ed escursionismo alle cantine dell’Isola d’Ischia faranno da contorno ad un’esperienza di piacere a tutto tondo, a conclusione della stagione estiva dell’albergo ischitano di fama mondiale. Protagonisti assoluti due personaggi d’eccezione del vasto panorama enologico, Ian D’Agata, wine writer di fama internazionale, e Luigi Moio, professore universitario, produttore e autore del recente libro Il Respiro del Vino.

Un personaggio unico e carismatico Ian D’Agata, uno degli scrittori sul vino più conosciuti al mondo, con un curriculum lungo oltre 25 anni, tra libri, guide e riviste del settore. Da sempre coinvolto nella salvaguardia della biodiversità italiana, non ultime le varietà autoctone dell’Isola d’Ischia, Ian D’Agata racconta del suo amore per l’Isola ormai da diverso tempo e la sua collaborazione con Giancarlo Carriero portò, tra i tanti progetti, alle microvinificazioni di varietà quasi dimenticate come San Lunardo, Cannamela e Guarnaccia, nel progetto Le Vigne dell’Indaco presentato al Vinitaly 2016. Vincitore di numerosi e prestigiosi premi internazionali alla carriera, Ian è il direttore scientifico della Vinitaly International Academy, insegna storia e cultura del vino al Master’s Program in Food Sciences della New York University. Dopo essere stato Contributing Editor del mensile inglese Decanter, Ian è ora il Senior Editor e Head of Development for Europe and Asia di VINOUS, una delle più importanti testate internazionali dedite al vino ed è inoltre corrispondente Italiano della Cinese TasteSpirit, uno dei periodici di vino e lifestyle più letti in Oriente.

Una due giorni interessantissima, un’occasione ghiotta per winelovers e non, in una cornice come poche. Ischia Vintage aprirà i battenti oggi 27 ottobre con La Via del Tè alle ore 18, quando la Sala Azzurra del Regina Isabella si trasformerà per l’occasione in Tasting Room per degustare un’ampia rappresentanza di cantine dell’Enoteca Regionale Emilia Romagna diretta da Ambrogio Manzi. Pignoletto, Sangiovese e le altre eccellenze della regione saranno presentate dallo stesso Ian D’Agata insieme ai nostri Vignerons ischitani Casa D’Ambra, Pietratorcia, Cenatiempo, Antonio Mazzella, Cantine Colella e i vini delle microvinificazioni sperimentali de Le Vigne dell’Indaco. La sera il forno di Scugnizzo Napoletano riscalderà il DolceVita, ristorante de L’Albergo della Regina Isabella, trasformandolo in un luogo di culto della pizza napoletana per mano di Giuseppe Pignalosa della Pizzeria Le Parùle di Ercolano, pizzaiolo dell’Alleanza Slow Food ed esponente dell’APN, Associazione Pizzaioli Napoletani.

Nella mattinata di sabato 28 ottobre è in programma, invece, una speciale escursione al Castello Aragonese in cui si potrà partecipare ad una degustazione di vini della Cantina ischitana Crateca guidata dall’enologo di cantina e dallo stesso Ian D’Agata. L’evento nell’evento, sempre al Regina Isabella, si terrà  alle ore 17:  Luigi Moio presenterà il suo libro IL RESPIRO DEL VINO, un’opera che è il punto di arrivo di oltre 20 anni di studi legati agli aspetti sensoriali, biochimici e tecnologici degli aromi del vino. Il prof. Luigi Moio, è considerato uno dei maggiori esperti italiani del settore enologico, i cui studi hanno contribuito alla riscoperta e valorizzazione di numerosi vitigni autoctoni del sud Italia. Ordinario di Enologia e Presidente del corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia all’Università Federico II di Napoli, la brillante carriera del Prof Moio lo ha portato alla presidenza della Commissione di Enologia dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, l’Oiv, che rappresenta più dell’85% della produzione mondiale di vino.

Etichette di grande prestigio faranno da cornice ai piatti dal sapore autunnale pensati da Pasquale Palamaro, Executive Chef dei tre Ristoranti dell’albergo tra cui Indaco, stella Michelin dal 2013. Una serata che si concluderà con una golosa degustazione di cioccolato Amedei, accompagnata dall’ottimo Rum Plantation della Compagnia dei Caraibi e dai sigari cubani Habanos. Chiude l’esperienza di piacere a tutto tondo il programma Benessere Autunno Corpo delle Terme della Regina Isabella che prevede uno scrub corpo vasoattivo ed un massaggio corpo Relax 50’, trattamenti rilassanti a base di cellule staminali da bacche d’uva dalle benefiche proprietà antiossidanti, per una polisensoriale immersione nel millenario mondo del vino. Un’ottima occasione per prepararsi all’inverno è offerta anche dalle salutari cure termali che vedono Ischia come riferimento internazionale per una vacanza di benessere.

Ads

Malinda Sassu

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex