CRONACA

Italiani sottoassicurati a causa della scarsa disponibilità economica

Nel 2023 solo il 15% della spesa per l’assicurazione auto è stato destinato alle garanzie opzionali. La percentuale varia molto sul territorio, dall’8,1% della Campania al 21,9% della Lombardia. Questa forte differenza sul territorio è legata principalmente alle diverse disponibilità economiche riscontrabili nelle Regioni italiane.

DALLA REDAZIONE

In Italia nel 2023 il premio medio totale auto si è attestato a 503,7€, è quello che emerge sulla base di milioni di preventivi analizzati da Segugio.it – il portale leader nel mercato italiano della comparazione tramite internet di prodotti assicurativi, utilities. La spesa principale riguarda la RC obbligatoriapari a 427€. La restante parte è invece relativa alle garanzie opzionali (ad esempio la Furto e incendio, l’Assistenza stradale, la Tutela legale e altre) per cui gli italiani hanno speso in media 76,7€, quindi solo il 15,2% del totale.

 fronte di un’incidenza nazionale delle garanzie del 15,2%, a livello regionale si nota che (Grafico 1):

  • Il dato più basso, 8,1%, si registra in Campania a causa anche di una RC molto alta, che limita la spesa per altre garanzie;
  • Tutte le Regioni del Centro, Sud e Isole registrano un’incidenza sotto la media, ad eccezione del Lazio, che è in linea con l’andamento nazionale, con il 15,1%;
  • L’unica Regione del Nord con un’incidenza più bassa della media è la Liguria (13,3%);
  • A spendere di più per le garanzie opzionali sono Lombardia e Piemonte, con un’incidenza rispettivamente del 21,9% e 19,3%.

Questa forte eterogeneità sul territorio è spiegata in parte dalla generale tendenza alla sottoassicurazione degli italiani e dall’alto costo dell’RC obbligatoria, in particolare per la Campania. La motivazione principale sembra però essere di natura economica, come dimostra la forte correlazione tra l’incidenza delle garanzie e il PIL pro-capite.

Ads

Se si confronta la penetrazione delle garanzie più diffuse, secondo i dati dell’Osservatorio Segugio.it, nelle due Regioni agli estremi, Lombardia e Campania, si nota che (Tabella 2):

Ads
  • L’Assistenza stradale, che è la garanzia mediamente più diffusa,è l’unica per cui la Campania mostra una penetrazione più alta rispetto al Lombardia e alla media italiana, con il 48,8%;
  • La Infortuni del conducente, che tutela i danni fisici subiti dal conducente del veicolo in caso di sinistro con colpa, supera di poco l’11% in Campania, contro il 27,5% della Lombardia;
  • La Furto e incendio raggiunge una penetrazione del 25% in Lombardia, mentre in Campania si ferma solo al 2,5%, nonostante sia la Regione in cui si concentra la maggior parte dei furti d’auto;
  • Il distacco maggiore in termini di penetrazione si registra per le garanzie Cristalli, Eventi naturali e Atti vandalici, che in Campania non raggiungono nemmeno l’1%.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex