Statistiche
ARCHIVIO 4

Ivano Veccia premiato per la pizza a “Ritratti di territorio” di Pagani

di Isabella Puca

ISCHIA – “É uno dei pizzaioli nostrani più talentuosi. La sua personalità racchiude lo spirito della vulcanica isola d’Ischia. Cultore dell’impasto, anche con le farciture non scherza, in omaggio alla sua patria che vanta più ristornati stellati. Appassionato del suo lavoro sa che le classifiche contano, ma fino a un certo punto”. E’ questa la motivazione con cui Ivano Veccia è stato premiato chef della Pizza per i Food Award 2018 di Ritratti di Territorio Rinascita sud, manifestazione svoltasi a Pagani lo scorso martedì 18 settembre. Felicissimo e un tantino emozionato il pizzaiolo – dj di casa nostra che continua a raccogliere riconoscimenti per le sue creazioni. «Onoratissimo di avere ricevuto un premio così importante che ha un grande significato, averlo preso significa che sono sulla strada giusta. Rappresentare Ischia per ritratti di Territorio è stata una cosa straordinaria. Un grazie immenso a Nunzia Gargano e a tutta l’organizzazione». Così lo chef della pizza ancora frastornato dal successo di Ischia Safari dove ha gestito tutto il settore dedicato ai forni per le pizze. «Ritratti di Territorio è l’occasione annuale per evidenziare le potenzialità che hanno ancora da offrire la Campania e il Sud».  Parola di Nunzia Gargano, ideatrice del premio “Ritratti di Territorio”, giunto quest’anno alla quinta edizione.  «Giornalisticamente sono sempre state molto più appetibili le brutte notizie perché conquistano attenzione e curiosità, ma io  –  continua Gargano -appartengo a un’altra generazione, quella formatasi negli anni ’90. Non c’erano i social, ma c’era più coraggio dal mio punto di vista. Ci si opponeva mostrandosi in volto non nascondendosi dietro un falso profilo. Sembra strano, ma oggi più di ieri ci vuole coraggio: a dedicare l’apertura di un notiziario o di un periodico a una buona notizia. Un concorso musicale, la pubblicazione del libro di un autore locale, l’assunzione di una decina di lavoratori in una piccola realtà aziendale, il podio per un atleta di una piccola società sportiva sono considerati poco appetibili e cronaca di second’ordine dal pubblico della rete. Oggi, giunti alla quinta edizione dell’evento, senza correre il rischio di apparire nostalgica, credo sia necessario che ognuno ritorni a una purezza sentimentale da trasferire in ogni ambito della propria vita privata e professionale». Quale migliore occasione per parlare di #RinascitaSud? E’ stato questo il claim 2018, dove presso “Il Bagatto” in Pagani è andata in scena l’ormai tradizionale serata di gala dedicata alla premiazione di personalità che si sono distinte in vari campi e che hanno un minimo comune denominatore: il legame con la propria terra di origine. E Ivano Veccia il legame con la sua Forio, in particolare, lo rinsalda ogni volta che crea una delle sue pizze. Una su tutte? La pizza con la scarola torciuta, la “tradizione foriana” che si fa piatto e gusto per il palato. Già nel 2016 Luciano Pignataro, celebre giornalista enogastronomico, inserì Ivano tra i migliori pizzaioli emergenti italiani decretando la sua pizza una delle migliori d’Italia. L’idea di fare il pizzaiolo, il nostro Ivano, l’aveva sin da piccolo; ad aiutarlo a seminare bene lungo questa strada il crescere in una famiglia dove fare il pane o la pizza è sempre stata una tradizione. Aveva 9 anni che iniziò a fare le prime pizze e 14 quando entrò seriamente in un ristorante; la sera era pizzaiolo e la notte si trasformava in dj. Ma quella di Ivano è stata una vera e proprio “Pizza revolution” nata da un forte spirito di osservazione fuori dall’Italia e dentro la nostra isola, al quale si è aggiunto l’utilizzo d’ingredienti al top e prodotti di stagione. «Per fare la pizza buona – svelò Ivano in una precedente intervista a Il Golfo – devi fare meno sbagli possibili. La più buona è la margherita ma è anche la più difficile da fare. Può sembrare una pizza banale, ma il difficile sta proprio nel farla apparire speciale». E la sua  pizza non solo è speciale, ma parla di Ischia e dei suoi incredibili sapori legati a storia e tradizioni.

 

 

 

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex