Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La benzina aumenta, quella ischitana schizza alle stelle

ISCHIA. La notizia battuta dalle agenzie di stampa è di quelle che francamente fanno venire da piangere. Perché ci troviamo in una situazione, e ci riferiamo al prezzo dei carburanti, dinanzi alla quale per il rialzo dei prezzi le imprecazioni si sprecano ma dinanzi alla quale metteremmo la firma sulla nostra isola. Nella giornata di ieri, il costo di un litro di benzina verde presso alcuni distributori è arrivato a toccare la cifra astronomica di 1.924 euro, insomma un vero e proprio salasso.

La nota diffusa dall’ADN Kronos, di rimando, crediamo sia davvero una mortificazione per le tasche di noi isolani ed è per questo che ve la proponiamo integralmente: “Dopo una tregua di 9 giorni, si registra oggi (ieri per chi legge, ndr) il ritocco all’insù di Eni dei prezzi raccomandati di benzina e diesel (+1 cent), mentre le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo risultano nuovamente in salita per effetto del cambio euro-dollaro. In attesa di recepire il movimento del Cane a sei zampe e le eventuali contromosse delle altre compagnie, prezzi praticati sul territorio ancora in sostanziale equilibrio. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,597 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,599 a 1,611 euro/litro (no-logo a 1,573). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,467 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,470 a 1,481 euro/litro (no-logo a 1,447). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,722 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,698 a 1,790 euro/litro (no-logo a 1,614), mentre per il diesel la media è a 1,596 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,579 a 1,662 euro/litro (no-logo a 1,487). Il Gpl, infine, va da 0,630 a 0,657 euro/litro (no-logo a 0,622)”.

I prezzi sono quelli appena indicati, noi non possiamo che chiudere con una banale osservazione: ad averceli ad Ischia spareremmo i fuochi d’artificio tutti i giorni. Ma evidentemente, non si capisce perché, questa deve rimanere mera utopia.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x