CULTURA & SOCIETA'

La conferenza di Francesco Delizia per la giornata della Memoria

L’evento organizzato dall’ Istituto Italiano Studi Filosofici e dal Circolo Georges Sadoul alla Biblioteca Antoniana

In occasione della Giornata della Memoria, lunedì 27 gennaio alle ore 18.00 nella Biblioteca Comunale di Ischia, si terrà la conferenza di Francesco Delizia Direttore della Certosa e Museo di San Martino (Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo). Dal titolo “Luoghi di confino, luoghi di transito: luoghi di memoria.I campi di prigionia nazi-fascisti in Italia” l’ introduzione sarà affidata a Gina Menegazzi. Socio del Sadoul, l’Arch. Francesco Delizia è Specialista in Restauro dei monumenti, attualmente in servizio presso il Polo Museale della Campania, in precedenza presso la Direzione Regionale dell’Emilia-Romagna. PhD, ha svolto attività di ricerca, pubblicazione e docenza sulle tematiche della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e della museografia. Dall’esperienza dei primi interventi di messa in sicurezza post-sismica presso l’ex Campo di Fossoli ha avuto origine una serie di approfondimenti sulla storia e le problematiche di tutela e restauro dei campi di prigionia e transito nazifascisti in Italia.

Il Centro d’Iniziativa degli Insegnanti dell’isola d’Ischia, d’intesa con l’Istituto d’Istruzione “Cristofaro Mennella” propone, invece, “Didattica della Shoah – L’Olocausto spiegato ai giovani, oggi. – L’importanza del contesto storico e le radici ideologiche – L’uso corretto delle testimonianze – Possibili percorsi sulla Shoah”, un seminario di aggiornamento professionale rivolto al personale docente di ogni ordine e grado che avverte la necessità e la difficoltà di affrontare con i giovani la Shoah.Il 27 Gennaio, anniversario della liberazione di Auschwitz-Birkenau da parte dell’Armata Rossa, è stato proclamato Giorno della Memoria. A tutti i docenti di ogni ordine e grado viene richiesto di affrontate la tematica della Shoah organizzando incontri e momenti comuni di narrazione e riflessione. Le attività programmate mirano a creare percorsi didattici efficaci in modo da far cogliere i diversi aspetti dell’Olocausto.Il seminario si dividerà in due parti: la prima parte introduttiva volta a capire l’importanza della contestualizzazione in quanto, senza analizzare il radicamento profondo e millenario del pregiudizio antiebraico in Europa e conoscerne gli sviluppi nel tempo, non è possibile comprendere storicamente la Shoah; la seconda parte invece di natura pratica offre degli spunti di riflessione per affrontare l’argomento non soltanto da un punto di vista concettuale.Le attività saranno a cura di Giuseppina Di Guida, Dirigente Scolastica dell’IIS “C. Mennella” e di Sara Ingino, docente esperta in didattica della Shoah. Parte integrate delle attività proposte sono l’incontro con Tullio Foa, testimone diretto della comunità ebraica di Napoli, e la visita della mostra “Viaggio nella Memoria – Binario 21” a cura dell’Associazione Figli della Shoah, un viaggio nella Memoria e ricostruisce la storia di alcune delle 605 persone tragicamente deportate il 30 gennaio 1944 al campo di sterminio di Auschwitz–Birkenau da un binario fantasma, il cosiddetto Binario 21, nascosto sotto la Stazione Centrale di Milano. Due gli incontri in presenza che si terranno presso l’auditorium dell’Istituto “C. Mennella” in Via Michele Mazzella 113 – Ischia rispettivamente il 23 febbraio 2020 ore 15/19 e 5 febbraio 2020 ore 9/13 per complessive otto ore di formazione in presenza, che potranno essere elevate a 28 ore con specifiche attività svolte/da svolgere con gli studenti oppure attraverso la stesura di progetti/specifici da realizzare nel proprio contesto lavorativo. La partecipazione è gratuita.Dettagliate informazioni sul seminario, sulle modalità di iscrizione gratuita, sono consultabili sul sito www.ischiacidi.it. Iscrizioni fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button