ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La denuncia choc: «Sono stato discriminato per il mio aspetto estetico»

di Sara Mattera

ISCHIA – Trascorrere qualche giorno di relax, godendo di trattamenti termali associati a massaggi terapeutici è ormai diventato un must per molti turisti che giungono in vacanza sulla nostra isola. Servizi questi, che oggi rappresentano una fonte di guadagno per gli albergatori e di sostentamento per chi lavora nel settore termale. Negli ultimi anni, quindi, il numero di massaggiatori è aumentato considerevolmente così come è cresciuto anche il numero di giovani interessati ad iscriversi a corsi ad hoc di specializzazione. Eppure, nonostante questo trend positivo, c’è anche chi, purtroppo, fa ancora fatica a trovare un impiego in questo settore. Ad essere impegnate in questo campo sono, infatti, soprattutto le donne che sono anche le figure maggiormente richieste, vuoi per stereotipi sociali e culturali duri a morire che tendono ad individuare il sesso femminile come quello più adatto a praticare certi tipi di lavoro, vuoi per preferenza da parte della  stessa clientela, sia maschile che femminile, che ad un massaggiatore uomo, preferisce spesso la donna. Capita, però, anche che si prediliga l’aspetto estetico di una persona, piuttosto che la competenza professionale, nonostante anni di esperienza alle spalle. E questo è quanto è accaduto ad un nostro concittadino isolano, Salvatore, protagonista di un episodio su cui sarebbe meglio stendere un velo pietoso. Recatosi, infatti, qualche giorno fa ad un colloquio di lavoro come massaggiatore presso un centro termale di un albergo isolano, è stato candidamente rifiutato con scuse decisamente poco soprassedibili.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex