ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La denuncia: Ischia, Casalauro dimenticata dalle istituzioni

di Gennaro Savio

 

Erbacce non rimosse da mesi, spazzatura e rifiuti sparsi a macchia di leopardo e deiezioni canine in bella mostra per la gioia di mosconi ed insetti che ci “danzano” intorno, rendono da sempre via Antonio De Luca, la strada che a Ischia Ponte attraversa Casalauro tanto per intenderci, un vero e proprio “letamaio” a cielo aperto. Un “letamaio” che rappresenta il risultato  dell’abbandono sociale a cui l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giosi Ferrandino ha relegato l’intera zona popolata da decine e decine di famiglie. Un’amministrazione che in via Antonio De Luca è quotidianamente presente giammai per rimuovere erbacce, rifiuti e deiezioni canine, ma solo ed esclusivamente per elevare multe alle auto in sosta vietata. Il problema, naturalmente, non è determinato dal fatto che si elevino multe alle auto in sosta vietata, ci mancherebbe, ma il fatto che la pubblica amministrazione sia puntualmente presente in ampie parti del territorio solo per questo. Si elevano multe ovunque per cercare di rimpinguare le casse comunali “svuotate” da decenni di malgoverno e di sperpero di danaro pubblico senza creare le condizioni per dare ai residenti delle varie frazioni e contrade ischitane di poter parcheggiare la propria auto. Così come potrebbe avvenire in via Antonio De Luca. Infatti in ampi tratti di questa strada, cosi’ come sono stati giustamente ricavati dei posti per gli invalidi, si potrebbero sicuramente creare parecchi posti auto con l’istituzione di strisce bianche nei punti meno stretti e questo per venire incontro alle esigenze di parcheggio dei residenti visto che in zona i posti auto già scarsissimi, negli ultimi tempi, con la creazione del marciapiede in via Cartaromana, sono stati ulteriormente ridotti. Utilizziamo il condizionale, così come abbiamo fatto in un servizio di qualche mese fa riproponendo gli stessi concetti, perché, evidentemente, l’Amministrazione comunale manca della necessaria volontà politica per creare dei posti auto gratuiti. E’ vero che a volte l’inciviltà di taluni automobilisti raggiunge limiti assurdi visto che si parcheggia addirittura in curva o dove la strada è strettissima e questo potrebbe intralciare persino il passaggio dei mezzi di soccorso, ma l’istituzione di posti auto ben delimitati regolamenterebbe la sosta, andrebbe incontro alle esigenze di parcheggio dei residenti e al tempo stesso scoraggerebbe la sosta selvaggia e pericolosa.  Ma non è tutto. Infatti mentre l’amministrazione comunale è quotidianamente impegnata a sanzionare le auto in sosta vietata, nonostante le lamentele di molti e le nostre denunce pubbliche, nessun amministratore comunale ha fatto ancora rimuovere la parte di tronco del leccio secolare abbattuto più di due anni fa e rimasta pericolosamente ancorata nel selciato. Eppure rappresenta un grave pericolo per l’incolumità di pedoni, automobilisti e scooteristi che attraversano la strada: assurdo! Sindaco Giosi Ferrandino, vice sindaco Enzo Ferrandino e amministratori comunali tutti, cosa si aspetta a rimuoverlo? Continuiamo ad aspettiamo che ci scappi prima l’incidente? Intanto tra i cittadini di Casalauro che si sentono vessati e abbandonati dal potere politico locale, aumenta il malumore. L’augurio, naturalmente, è che in via Antonio De Luca venga immediatamente rimossa la parte di tronco del leccio secolare rimasta nel selciato e si provveda, laddove sia possibile, a creare dei posti auto per i residenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close