ARCHIVIO 4

“La Filosofia, il Castello e la Torre”, presentata la seconda edizione del festival

di Isabella Puca
Ischia – É stata presentata ieri pomeriggio nella sala consiliare del comune di Ischia la seconda edizione del festival, “la Filosofia, il Castello e la Torre”; presenti Raffaele Mirelli, il prof. De Laurentis e l’assessore alla cultura Carmen Criscuolo. «Sono felicissima di essere qua per la presentazione del festival e per manifestare l’appoggio del comune a un evento di grande spessore che amplia il calendario degli eventi culturali promossi sul territorio. Il turismo culturale è in grande aumento e Ischia ha potenzialità enormi. Il nostro territorio può fare della cultura, e non solo delle bellezze naturali, un’ attrattiva per diventare luogo turistico d’eccellenza». Alla prima edizione del festival, lo scorso anno, furono circa tre mila i partecipanti tra personale, studenti e relatori e le aspettative per quest’anno sono alte. «Proprio qui, nel 2009, – ha ricordato il professor De Laurentis – vi fu una riunione del comitato internazionale della Società Filosofica e per Ischia fu un grande successo. La Società partecipa a questa iniziativa insieme all’ Istituto per gli Studi Filosofici e quindi Palermo. Come l’anno scorso c’è un’ampia rappresentanza internazionale: 4 relatori tedeschi, 3 degli Usa, e 3 provenienti dalle università francofone. Un collegamento quindi importante tra Ischia e il resto del mondo che noi vediamo in quest’ ottica; è un offerta culturale per i nostri giovani bloccati sull’ isola. Portiamo a Ischia cultura per dare ai giovani l’ esempio, l’ indicazione di ciò che attraverso la cultura si può fare». Oltre alla valenza culturale la seconda edizione del festival vuole avere anche una funzione di promozione turistica, chi viene qui sull’isola magari la vede per la prima volta e quindi vi ritorna veicolando nel mondo l’immagine di Ischia. Dopo aver ringraziato chi, anche quest’anno, si è posto al fianco dell’organizzazione del festival, Raffaele Mirelli ha spiegato le linee guida che avrà questa nuova edizione del festival, «il filosofo viene visto come un mostro che incute timore e noi cerchiamo di togliere quest’ aurea. La tematica di quest’anno è la mediazione, un lavoro riflessivo e di autocritica; capire quali sono le mediazioni più consone a creare sinergie è fondamentale in un momento come questo. Saranno 60 e più i relatori e cerchiamo di portare avanti il cuore concettuale dello scorso anno: chi é il filosofo? Oltre agli ambiti classici dell’ insegnamento sono poco usati e invece molte idee diventano lavoro». L’idea è quella di far scendere i filosofi dalla roccaforte e coinvolgere gli isolani. In questi giorni verranno installati lungo la strada che dal porto porta al ponte dei tabelloni con dei piccoli aforismi lavorati insieme al prof. Giuseppe Ferraro all’interno di alcune scuole dell’isola dove si è cercato di tirar fuori alcuni concetti legati al vivere in comune. Di questi, alcuni, tratteranno la filosofia in chiave ironica in collegamento con il gruppo Facebook “Il superuovo”. Il programma si arricchisce anche di eventi musicali come quello che vede protagonisti dei filosofi musicisti jazz che presenteranno, il prossimo 28 settembre ai giardini La Mortella, il loro nuovo album e di eventi legati all’arte. Il 25, infatti, verrà inaugurata la mostra pittorica di Gabriele Mattera e Raffaele Iacono curata da Massimo Ielasi; altra collaborazione sarà quella con Gabriele Renzullo che guiderà i ragazzi alla guida degli affreschi della torre. Novità di quest’anno è quella della Summer School of Humanities la cui presentazione è stata affidata ad Alessandro De Cesaris. «Sarà un motivo in più di aggregazione – ha spiegato De Cesaris – per quei turisti non attratti dalle solite bellezze naturali. La scuola aperta ai soli studiosi avrà un’ impostazione seminariale, l’apertura avverrà il pomeriggio del 26 settembre, mentre il 27 e il 28 saranno giorni di formazione che vedranno interventi e 45 minuti di discussione con gli studenti e i docenti di fama internazionale». Per l’apertura ufficiale dei lavori bisognerà aspettare domenica 25 settembre quando, per una settimana, Ischia sarà l’isola della filosofia internazionale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close