Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

“La fuga del coniglio, Biodiversità, riti, parole”, venerdì l’evento Fidapa

A conversare del coniglio sarà il giornalista Ciro Cenatiempo, appuntamento alle 17:00 all’Antoniana

Il Garden Club isola di Ischia ha organizzato l’evento “Conversazione con Ciro Cenatiempo “La Fuga del Coniglio. Biodiversità, riti, parole”, per il giorno 15 novembre 2019 ore 17.00 presso la Biblioteca Antoniana ad Ischia. “L’ultimo vip a «impazzire» per il gusto del coniglio all’ischitana, è stato un intenditore di peso, l’attore Gerard Depardieu. Ma, facendo un salto dentro e poi oltre i confini cinematografici, c’è un estimatore storico della pietanza che incarna la cucina nella più estesa delle isole partenopee: è il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. Gastronomo per passione, il patron degli azzurri l’altro giorno, per celebrare la visita del cardinale Sepe nel ritiro di Dimaro, ha chiesto al cuoco di preparare per l’ospite d’onore e i calciatori il cibo-cult della festa campagnola, il coniglio made in Ischia.

Ha dettato gli ingredienti e, attraverso un filo diretto con l’amico ischitano depositario della ricetta, Agostino D’Ambra della trattoria Il Focolare, ha trasformato il cimento saporito in un allegro successo. Non è però dato sapere se De Laurentiis sia riuscito, tra gli altopiani trentini, a procurarsi l’erbetta che conferisce al piatto la fresca mineralità ruspante che lo rende unico: la piperna, ovvero il timo serpillo. C’è chi la sostituisce con il basilico o la confonde – orrore – con la maggiorana, creando distorsioni sull’identità del condimento principe. La verace piperna cresce sulle «parracine», gli assolati e un po’ salati muri a secco, e scivola giù in una cascata di serpentelli dalla cresta delle pietre tufacee incastonate senza malta: sono opere d’arte rustica che, contenendo terrazze e terrapieni, garantiscono il drenaggio alle piante e l’inconfondibile carica profumata della nostra essenza aromatica. Le condizioni microclimatiche, per ottenere la piperna perfetta, si trovano nel versante ovest di Ischia, le dorsali della cima dell’Epomeo, tra Frassitelli e Montecorvo, Panza e Forio”. E’ questo solo uno stralcio di uno dei suoi articoli pubblicati su Il Mattino, di coniglio e dintorni si continuerà a conversare venerdì prossimo all’Antoniana.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x