ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

La Lega a Ischia incorona Muscariello, ma Piricelli fa “all in”

ISCHIA. Alla fine il giorno è arrivato e, nonostante la diplomatiche smentite del coordinatore regionale, anche le indiscrezioni del nostro giornale sono state tutte centrate. Ieri pomeriggio, alla presenza dell’on. Gianluca Cantalamessa, sono stati tirati giù i veli sulla composizione della Lega Salvini ad Ischia. Che non vedono la presenza di Antonio Piricelli, ma che di fatto viene consegnata proprio nelle mani dell’attuale comandante della polizia locale di Casavatore. Il commissario sull’isola d’Ischia sarà Luigi Muscariello, che certo non è distante anni luce dal buon Antonio. I sub commissari saranno Alessandra Piricelli e Imma Capuano: la prima è sorella del colonnello, la seconda ha viaggiato in “tandem” con lo stesso alle ultime elezioni amministrative nella lista Orizzonte Comune. Nel Comune di Ischia, poi, il referente sarà Sergio Di Meglio, legatissimo a Piricelli. A proposito, per Forio l’investitura è toccata all’attuale consigliere comunale e già vicesindaco Gianni Mattera. Insomma, Piricelli – forte anche di una amicizia di lungo corso con Cantalamessa e con Pina Castiello – ha fatto “all in”, anche se personalmente per motivi di opportunità e non solo in questa fase non ci ha messo la faccia in prima persona. Vitale Pitone continuerà a coltivare l’orticello casamicciolese, ma è chiaro che in questo “rimpasto” e redistribuzione di compiti e incarichi è quello che pare uscire maggiormente ridimensionato. Soprattutto laddove si consideri che fino a questo momento, tutto sommato, aveva tirato la “carretta” con encomiabile spirito di bandiera.

E’ questa la sintesi estrema dell’incontro che si è svolto ieri pomeriggio in un orario non proprio dei più comodi (15.30, e partenza puntuale, che se vogliamo è una notizia) nella sala Aragonese dell’Hotel Re Ferdinando, con diversi volti noti in sala. Curiosità, naturalmente, per la presenza del sindaco d’Ischia Enzo Ferrandino, che era accompagnato dal presidente del consiglio comunale Ottorino Mattera. Al primo cittadino, tra l’altro, è stato anche chiesto di portare il suo saluto e lui non si è affatto sottratto: «Era doveroso da parte mia essere presente a questo appuntamento – ha chiosato – nel quale partite per organizzarvi sul territorio. Formulo il mio in bocca al lupo, pur essendo la mia estrazione politica diversa desidero salutarvi in attesa di confrontarci su una serie di tematiche che stanno a cuore alla nostra comunità». In sala non c’erano molte persone, per la verità. Tra i presenti, ma anche per esporre una serie di problemi, il presidente dell’Associazione Forense dell’Isola d’Ischia Francesco Cellammare, l’assessore foriano Luigi Patalano, lo stesso Pitone, il consigliere comunale di Barano Mario Di Meglio, il preside del Liceo Ischia Gianpiero Calise e scusate se abbiamo dimenticato qualcuno. E, soprattutto, Antonio Piricelli – ulteriore indizio – che è l’unico a sedere sul palco accanto a Gianluca Cantalamessa. Se ci è consentito, di “livello” il totem dove lo slogan salviniano viene adattato al pomeriggio dedicato all’isola verde. C’è scritto “Prima gli italiani e gli ischitani”, giusto per farci sentire un po’ più importanti, cosa che con l’aria che tira male proprio non fa.

Muscariello si è detto “felice della nomina di coordinatore isolano della Lega” e poi ha aggiunto dopo i ringraziamenti di rito: “Dobbiamo creare la rete, il partito, dove la gente possa essere protagonista, proporre e partecipare. Le nostre finalità sono queste, vogliamo referenti in grado di darci quelle risposte che mancano da tempo. Cantalamessa ha voluto sottolineare che non ci sono mai state divisioni ed ha ragione: abbiamo continuato sempre a lavorare insieme, e continueremo a farlo”. Lo stesso Cantalamessa ha voluto poi chiudere con una riflessione: “Bravi ragazzi e ragazze in Campania sono in tutti i partiti, quello che dopo Tangentopoli è mancato nella Regione è la politica…”.

 

DI GAETANO FERRANDINO

FOTO FRANCO TRANI

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close