Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

La lunga storia dei Cenacoli Mariani

Dal 5 ottobre 1996 iniziarono i Cenacoli Mariani del compianto prof.Pasquale Baldino e continuano tuttora…

di PASQUALE BALDINO e i suoi Tralci

I Cenacoli Mensili Mariani guidati ininterrottamente dal nostro caro papà Pasquale Baldino nell’ottobre iniziarono a Testaccio con la venuta itinerante di don Pietro e Vincenzo Monti nella Parrocchia di San Giorgio Martire diretta dal compianto don Luigi Di Iorio (poi per la malattia e morte di don Luigi, da don Angelo Iacono, don Giovanni Trofa e don Filippo Caputo) e proseguono tuttora con noi figli nella Parrocchia di Barano centro (presso la Chiesa del Carmine, San Rocco e San Sebastiano) prima col compianto Parroco don Filippo Caputo e oggi con don Pasquale Trani. Un’esperienza lunga, importante, senza dubbio indimenticabile, portata anche in altre Parrocchie, come a Portosalvo al Giubileo del Duemila, alla Chiesa del “Purgatorio” a Forìo, a San Domenico a Ischia, sul Monte Stabia a Barano, a Serrara con la puntuale PARTECIPAZIONE DI TANTI ALUNNI prima della Scuola Media Statale di Barano e poi del Liceo Scientifico Statale “A. Einstein”, ove nostro padre ha insegnato Lettere e Latino (con corsi pomeridiani multilingue di spagnolo, francese, tedesco e greco, come agli atti della Scuola).

Cenacolo Sion

Ogni giorno Cenacolo in famiglia! L’origine dei Cenacoli Mariani è a Fatima, in Portogallo, con Don Stefano Gobbi (Dongo 22.03.1930 – Milano 29.06.2011) in pellegrinaggio lunedì 8 maggio 1972, il giorno precedente domenica era la Festa della mamma: ricordiamo a tal proposito il nostro arrivo a Fatima con famiglia sabato 8 e domenica 9 maggio 1993, Festa della mamma per la Chiesa Cattolica. Padre Stefano Gobbi nella Cappellina delle Apparizioni riceve l’ispirazione a fondare il Movimento Sacerdotale Mariano, per cui ne riceve la richiesta conferma a fine mese nel Santuario dell’Annunciazione a Nazareth. Il primo ad aderire con molti Sacerdoti e Vescovi fu il Cardinale Giacomo Lercaro, Arcivescovo di Bologna, e il Vescovo di Leiria-Fatima mons. Joao Venancio Pereira. A Padre Gobbi la Madonna ha spiegato: “Ho scelto te, perché sei lo strumento meno adatto; così nessuno dirà che è opera tua. Il Movimento Sacerdotale Mariano deve essere solo Opera mia. Attraverso la tua debolezza Io manifesterò la mia forza; attraverso la tua nullità Io manifesterò la mia potenza”. L’impegno è la diffusione della Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e l’adesione vissuta al Papa e Magistero unico, immutabile, infallibile della Chiesa Cattolica, perché il radicale rifiuto di Dio Creatore e Signore e delle sue Leggi è il vero castigo per l’odierna società. Il persistere sempre più della grave crisi nella Chiesa dipende solo dalla sua interiore disunità, per cui non si segue quanto il Papa indica col suo immutabile Magistero. A imitazione dei discepoli, che erano riuniti con Maria Sposa Mistica dello Spirito Santo Dio nel Cenacolo di Sion a Gerusalemme, con la nascita della Chiesa Cattolica, così nei Cenacoli con la Preghiera del S. Rosario e Adorazione per riportare l’umanità ad una piena comunione col suo Creatore e Salvatore. Al Cenacolo Nazionale a Città del Messico nel Santuario della Madonna di Guadalupe Don Stefano Gobbi ha ricevuto il seguente Messaggio: “Hai visto, mio piccolo figlio, con quanto entusiasmo sono amata, pregata e glorificata da tutti questi miei figli MESSICANI. Per questo da qui incomincerà la mia grande vittoria contro tutte le forze massoniche e sataniche, per il più grande trionfo di mio Figlio Gesù. Ti CONFERMO che per il grande Giubileo del Duemila avverrà il trionfo del mio Cuore Immacolato, che io vi ho predetto a Fatima ed esso si realizzerà con il ritorno di Gesù nella gloria, per instaurare il suo Regno nel mondo. Così potrete finalmente vedere coi vostri occhi i cieli nuovi e la nuova terra”(dal vol. “Ai Sacerdoti figli prediletti della Madonna”, pag. 1014). E si affretti così! Oggi, primo sabato del mese, tradizionale Cenacolo mensile Mariano presso la Chiesa di San Sebastiano ore 18 con il caro don Pasquale Trani.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex