CRONACA

La mano degli incivili mette a rischio la sicurezza degli alvei

Nuova ricognizione a Cava Senigallia: nonostante la costante opera di manutenzione, ignoti continuano a sversare rifiuti di ogni tipo provocando la rapida ostruzione del canale tombato

L’approssimarsi dell’autunno porta con sé le prime piogge. E l’amministrazione del Capricho ha già iniziato con largo anticipo la ricognizione degli alvei e dei canali tombati, la cui “salute” è di primaria importanza su un territorio che necessita una costante sorveglianza per evitare o quantomeno ridurre al minimo i rischi di tipo idrogeologico.

Ieri mattina l’ufficio tecnico del Comune di Casamicciola ha effettuato un nuovo sopralluogo presso l’alveo Senigallia e il canale tombato in prossimità di Piazza Bagni. La zona era già stata oggetto di pulizia e manutenzione nei mesi scorsi, ma l’amministrazione ha intenzione di mantenere alta la vigilanza, e con piena ragione, almeno da quanto si è visto ieri: infatti l’alveo Senigallia è risultato nuovamente essere preda di alcuni incivili. Sporcizia, grossi sacchi di spazzatura, rifiuti solidi, materiale di risulta di varia provenienza: c’era davvero di tutto in prossimità dell’alveo, ma la cosa più grave è che alcuni di questi rifiuti erano stati gettati addirittura laddove inizia il canale tombato, col grave rischio di provocare una nuova pericolosa ostruzione del passaggio delle acque. Inutile ricordare i rischi cui l’intero paese va incontro per colpa di pochi incivili che tuttora usano gli alvei come fossero discariche dove gettare persino mobili e cucine intere.

Per quanto l’amministrazione abbia da tempo messo in atto un’azione di controllo sul territorio per prevenire rischi di dissesto, resta il fatto che una piccola parte della cittadinanza continua a mostrarsi insensibile ai richiami e a violare non soltanto il regolamento comunale relativo ai giorni e agli orari di conferimenti dei vari tipi di rifiuti, ma anche a eludere le più elementari norme di buon senso e di convivenza civile, col risultato di mettere in pericolo l’intera cittadinanza. È ancora fresco il ricordo della tragedia del 2009, quando le forti piogge unite all’ostruzione di alcuni canali tombati, tra i quali proprio quello di Piazza Bagni, provocarono una drammatica frana.

Il consigliere Ciro Frallicciardi, capogruppo di maggioranza, ha rivolto un invito alla cittadinanza: «L’auspicio è che gli utenti non conferiscano rifiuti fuori orario e a rispettare il regolamento. Si tratta di avere cura del proprio territorio ma anche di evitare l’aumento dei costi del servizio. Siamo in un momento in cui, con l’inceneritore di Acerra fermo per interventi di manutenzione, la questione dei rifiuti torna a costituire un punto critico, vista l’impossibilità dei autocompattatori isolani di andare a conferire ogni giorno in discarica sulla terraferma». Il consigliere lancia anche un appello: «Invito i cittadini a denunciare alle autorità chiunque sia sorpreso a sversare rifiuti in violazione delle norme, specie in quelle zone periferiche prese così spesso di mira dagli incivili». Duro il sindaco Giovan Battista Castagna: «Per colpa di qualche sconsiderato viene messa a rischio l’incolumità pubblica e privata della cittadinanza: continueremo a vigilare i punti critici del territorio, contando sulla collaborazione della grande maggioranza dei casamicciolesi».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close