CULTURA & SOCIETA'

La medicina estetica e i trattamenti non invasivi

Secondo l’American Society of Plastic Surgeons (ASPS) circa 7 milioni di procedure sono state eseguite nel 2017 negli Usa: ma quando è opportuno iniziare?

Al giorno d’oggi, sempre di piu, si parla di estetica. Sia donne che uomini sempre più si interessano alla medicina estetica, in particolare ai trattamenti non invasivi. Secondo l’American Society of Plastic Surgeons (ASPS), circa 7 milioni di procedure di iniezione sono state eseguite solo nel 2017 negli Stati Uniti. Ma la domanda che ci dobbiamo porre è: quando bisogna iniziare?

La risposta in questo ambito è fortemente univoca: la prevenzione è la migliore cura. Per prevenzione si intende soprattutto la non esposizione al sole che è, associato all’età, uno dei fattori piu importanti di invecchiamento della pelle. Un altro fattore importante è la costanza nella cura delle pelle con creme ad hoc che possono, nel lungo periodo, aiutare il rallentamento dell’invecchiamento. In medicina estetica il consiglio sarebbe quello di iniziare a trattare la pelle prima che inizino a manifestarsi le prime rughe d’espressione. Quando si sorride o si aggrottano le sopracciglia, insomma durante tutte le mimiche d’espressione, possono svilupparsi delle linee che in genere scompaiono quando il viso e rilassato.

Tuttavia, quando queste linee/solchi iniziano a rimanere manifeste a riposo, è il momento in cui si è già formata la “ruga” ed è tardi. Quindi è preferibile prendere in considerazione l’idea di iniziare i trattamenti di medicina estetica non invasivi come filler o botulino quanto prima per prevenire la formazione della ruga stessa . In base alle linee guida, tenendo conto di quanto sia importante la prevenzione fatta di non esposizione al sole/fumo e dell’utilizzo di creme che idratino e mantengano la pelle “attiva”, se ci fosse un forte incipit di rughe, potrebbe essere opportuno iniziare già a 20-25 anni, se non fossero cosi tanto evidenti a 30, ma solitamente si inizia con la terza decade di età. In conclusione, l’età cronologica per iniziare ad approcciarsi alla medicina estetica è spesso irrilevante. E’ più importante guardare le rughe dinamiche stesse, l’esposizione al sole e l’associazione con vizi come il fumo: questi sono i fattori che più determinano l’avvicinarsi del momento in cui e bene iniziare e capire che prima si inizia, prima si va a correggere con dosi minori il difetto della pelle, sempre tenendo conto l’importanza di affidarsi ad esperti del settore e non metodiche self made.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close