ARCHIVIO 4

“La mezzanotte rossa”, demoni ed esorcisti all’ombra del Torrione

Si terrà Domenica 22 novembre alle 18:00, presso il Discount Academy di Forio, ex Accademia dei Ragazzi (Via Soprascaro 13, zona Soccorso), la presentazione de “La Mezzanotte Rossa”, il nuovo cortometraggio scritto e diretto da Eduardo Cocciardo. Sequel de La Mezzanotte Bianca (opera molto apprezzata da pubblico e critica: Premio Migliore Interpretazione al Fi Pi Li Horror Festival, presentata all’Ischia Film Festival ed all’Imperia Film Festival 2013, e trasmessa da diversi canali nazionali e regionali), La Mezzanotte Rossa vede i due protagonisti, il sedicente regista horror Adriano Cacciapuoti ed il suo maldestro e pavido cameraman Tonino, alle prese stavolta con un improbabile prete esorcista ed un misterioso virus “demoniaco” che si contagia tramite morso. Pur costituendo entrambe opere comunque a se stanti, la presentazione del corto sarà anticipata dalla proiezione de La Mezzanotte Bianca, così da permettere agli spettatori di entrare nel vivo di un progetto autoriale che fonde ambiziosamente i generi più amati dal regista foriano, la commedia introspettiva ed il thriller-horror.11700729_965959033450923_6202960183274286281_o

Se il primo lavoro giocava col tema degli spettri, e con la tecnica del “mockumentary”, La Mezzanotte Rossa entra nel cuore del cinema horror internazionale, miscelando il tema del diavolo a quello dei demoni e del contagio virale. L’intenzione di Cocciardo è quella di realizzare una trilogia, con un terzo capitolo che dovrebbe essere dedicato ad un altro cliché del brivido, i serial killer. Alla fine, Le Mezzanotti di Cocciardo diventeranno una sorta di lungometraggio diviso in capitoli. «Non si tratta di una classica parodia – ci ha detto il regista – almeno nell’accezione più comune del termine. Non volevo mettere in contrasto due generi solo in apparenza opposti, la commedia e il cinema del terrore, in un’operazione deformante e grottesca alla Scary Movie, per intenderci. Il mio obiettivo era più ambizioso, e sono felice che sia stato compreso ad apprezzato dagli addetti ai lavori. Mi piaceva infatti che i due generi conservassero le loro caratteristiche specifiche, senza mai invadere grottescamente l’uno il territorio dell’altro. La comicità si genera istintivamente dalla semplice reazione umana a situazioni di forte impatto emotivo. In questo ha giocato a nostro favore la bravura degli interpreti, e la forte sintonia del sottoscritto con i tempi comici di Antonello Pascale, che interpreta il simpatico Tonino, cameraman per niente coraggioso». Nel cast, oltre a Cocciardo e Pascale, ricordiamo Ciro Di Luzio (attore anche nelle fiction Rai “Un posto al sole” e “Sotto copertura”), Leonardo Bilardi, Salvio Di Massa, Davide D’Abundo, Ida Matarese, Rossella Impagliazzo, Rossella Polito, Gloria Azar, Colomba D’Abundo, Enzo Boffelli e Tiziana Perna (che è anche la splendida voce della colonna sonora). La Direzione della Fotografia è stata curata dal regista Gaetano Amalfitano, le riprese ed il montaggio da Cinzia Razzano ed il make up e gli effetti speciali dalla truccatrice napoletana Teresa Iodice (che ha partecipato di recente a lavori presentati, fra gli altri, a Cannes ed al David di Donatello). Dopo la presentazione del 22, il cortometraggio inizierà il suo giro per festival, prima di approdare in tv. Nel frattempo, Eduardo Cocciardo porta avanti numerosi progetti, fra cui l’imminente uscita del suo nuovo romanzo (un thriller ambientato fra Napoli e Ischia nell’immediato dopoguerra), e la prossima presentazione napoletana al Teatro Sancarluccio dello spettacolo di narrazione L’Ultimo Borbone, con la straordinaria partecipazione musicale degli Epo. Intanto però l’appuntamento è per Domenica 22 alle 18:00, rigorosamente ad ingresso libero.

locandina - la mezzanotte rossa 2

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close