ARCHIVIOARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

La Misericordia e la Cura, convegno della Pastorale della Salute

Oggi rispetto al passato viviamo in una società che possiamo tranquillamente definire all’avanguardia. Grazie alle nuove tecnologie, rappresentate da strumenti sempre più potenti ed efficaci al servizio della medicina e della scienza , si è riusciti a debellare tante malattie che un tempo erano considerate inguaribili o perfino senza possibilità di diagnosi. Tuttavia sempre più di frequente  capita che  chi vive la condizione della malattia spesso  si sente solo o perfino non curato; al contrario  i medici e gli operatori sanitari si trovano sempre più a vivere sotto stress avvertendo un continuo senso di frustrazione. Questo potrebbe significare che qualcosa non funziona come dovrebbe. Le cause di tutto ciò potrebbero  essere molteplici e non sempre facilmente identificabili. Per rispondere ai tanti bisogni sia dell’ammalato che del familiare o del medico è necessario prima di tutto un approccio che avvolga totalmente la sua persona. Proprio a partire da questo, oggi 27 giugno alle ore 20.30 presso il Centro Papa Francesco nei locali del Polifunzionale in via Morgioni ad Ischia si svolgerà un Convegno organizzato dall’Ufficio Diocesano di Pastorale della Salute diretto da padre Nunzio Ammirati dal titolo “La Misericordia e la Cura”.

All’evento parteciperà la dott.ssa Paola Marenco (1951), medico di fama internazionale. La relatrice si è laureata in medicina nel 1975, specializzandosi in Ematologia  e successivamente in Immunologia Clinica. Ha lavorato nella Divisione di Ematologia dell’Ospedale di Niguarda dal 1978 fino all’agosto 2015. Dopo un soggiorno nei Centri trapianti di Parigi e Seattle è stata incaricata di avviare nel 1986 il Centro Trapianti Midollo dell’ Ospedale che ha diretto fino al 2015, eseguendo più di 1.500 trapianti inseriti nei database europei. Ha portato il Centro  a conseguire l’accreditamento all’eccellenza secondo gli standards internazionali Jacie nel 2008, tra i primi in Italia. L’interesse per il legame da custodire tra la medicina e la persona nella sua unicità e ricchezza l’hanno portata ad un’attiva partecipazione all’Associazione Medicina & Persona fin dal suo sorgere. Attualmente ricopre la carica di vicepresidente. Nel corso della sua brillante  carriera ha seguito tanti pazienti leucemici quindi sa bene cosa vuol dire affrontare i drammi che scelte e decisioni in questo ambito molto delicato della medicina comportano.

L’incontro nasce dal desiderio di capire cosa realmente domanda la mano tesa de “La malade” di Roger de La Fresnay e quale sia veramente la risposta a questa domanda. Osservando bene l’opera, l’ammalato sembra voler interpellare lo spettatore: il volto della malata è un’accorata domanda espressa drammaticamente da quella mano in primo piano. Chi la prenderà? Che risposta saprà dare? Come far si che la risposta non sia riduttiva rispetto al desiderio dell’ammalata? L’intervento della dott.ssa Marenco susciterà profonde domande sul senso delle cure ed in modo particolare sulle cure palliative, nate per venire incontro alle tante esigenze di persone affette da malattie in fasi croniche ed evolutive come la malattie oncologiche, le malattie cardiovascolare, quelle dell’apparato respiratorio e tante altre ancora. Queste cure si propongono di migliorare il più possibile  la qualità della vita dell’ammalato e dei suoi familiari tenendo conto non solo degli aspetti medici ma anche di quelli sociali, psicologici e spirituali. Le cure palliative hanno lo scopo di dare alle persone la massima qualità di vita possibile, aiutandole a vivere al meglio le fasi terminali della malattia ed accompagnandole ad una morte dignitosa. L’evento è rivolto in maniera particolare ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari in genere, ai familiari, agli amici di persone ammalate, agli operatori pastorali ed a quanti hanno il desiderio di approfondire queste tematiche di straordinaria attualità.

Giuseppe Galano

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close