Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

La nostra esperienza al Museo Archeologico di Pithecusae a Villa Arbusto

L’alternanza scuola-lavoro, più comunemente conosciuta con la sigla AS/L, è stata introdotta dalla riforma della Buona Scuola del governo Renzi con la legge 107 del 13 luglio 2015.
Resa obbligo di legge per gli studenti a partire dall’anno scolastico 2015/2016, prevede 400 ore negli istituti tecnici e professionali e 200 nei Licei da svolgersi nel corso dell’ultimo triennio.
Quest’anno noi ragazzi della 4°A Scientifico del Liceo Statale Ischia abbiamo preso parte ad un progetto dal titolo “Ischia per l’UNESCO”, con l’intento di promuovere le bellezze della nostra isola sia dal punto di vista culturale che artistico, presentandola come un potenziale sito da annettere a quelli già parte del patrimonio dell’UNESCO.
Con tale obiettivo ci siamo divisi in due gruppi: uno si è dedicato all’accoglienza e all’informazione dei turisti nella sede dell’Info-point adiacente al Comune di Lacco Ameno ed alla creazione di una mappa con i luoghi più comuni dell’isola da visitare grazie all’aiuto della signora Rosalia Taliercio volontaria presso la suddetta struttura;  l’altro si è occupato del Museo Archeologico di Pithecusae di Lacco Ameno, svolgendo presso di esso il ruolo di guida sia in lingua italiana che in lingua inglese.
Le informazioni circa la storia della nostra isola e i reperti conservati all’interno del museo ci sono state fornite dalla nostra tutor, la professoressa di Disegno e Storia dell’arte Silvia Parzanese, che, nel suo orario curricolare, ha tenuto lezioni specifiche finalizzate ad una migliore conoscenza degli argomenti. Tali nozioni teoriche hanno rappresentato il substrato necessario per svolgere sia il ruolo di guide all’interno del museo, sia di addetti all’Info-point. A tale attività ha contribuito anche la professoressa di Lingua e Cultura inglese Carla Lamorgese che, con grande professionalità, ha curato la traduzione del materiale necessario a rendere tale esperienza formativa per gli studenti e produttiva per l’utenza turistica in visita al museo.
Al successo di tale attività hanno contribuito non solo i docenti sopra citati e l’intero consiglio di classe, ma anche un tutor esterno, la dott.ssa Mariangela Catuogno, giovane archeologa ischitana, che, prima di dare inizio alla fase operativa del progetto, ha tenuto due lezioni propedeutiche presso il museo di Villa Arbusto, fornendoci utili suggerimenti tecnici ed approfondimenti in merito a vari reperti conservarti nel museo, grazie ai quali ogni studente è riuscito a comunicare in modo chiaro ed efficace, in breve tempo, le informazioni fondamentali acquisite.
Successivamente gli studenti-guida sono stati divisi in gruppi, formati ognuno da almeno una guida in lingua italiana ed una in lingua inglese, a cui è stata assegnata una sala specifica da trattare ed approfondire.
Il progetto si è svolto in diverse giornate: alcune dedicate al servizio di guida per i ragazzi del biennio del Liceo Scientifico oppure per i visitatori (come nella giornata del 4 giugno in cui, in occasione della prima domenica del mese, i turisti hanno visitato gratuitamente il museo), una organizzata per i nostri genitori e una in concomitanza con la giornata delle “Invasioni digitali”,
visite guidate in cui, tramite la condivisione di foto sui social network, si tenta di promuovere il patrimonio culturale italiano.
Questa attività ci ha coinvolti ed entusiasmati molto, poiché per la prima volta ci è stata data l’opportunità di metterci in gioco in prima persona e di capire realmente cosa significa lavorare a stretto contatto con altre persone, che siano colleghi, superiori o visitatori. Particolarmente gratificante è stato il confronto con i turisti curiosi, sia italiani che stranieri, e le loro domande, alle quali abbiamo cercato di rispondere con prontezza, guadagnandoci spesso molti complimenti per la preparazione.
Inoltre possiamo dire non solo di aver imparato a conoscere meglio le nostre capacità, intraprendenza, versatilità, sicurezza nel comunicare, organizzazione e collaborazione- ma anche ad apprezzare una parte della grande bellezza che la nostra isola offre dal punto di vista culturale ed artistico, in particolare la Coppa di Nestore, il Cratere del Naufragio ed i bassorilievi di Nitrodi, che abbiamo cercato di valorizzare ulteriormente tramite la creazione di una sessione dedicata proprio al museo sul sito Izi.TRAVEL.
Anche questo progetto, appoggiato ed incoraggiato dalle professoresse Parzanese e Lamorgese, ci ha visti impegnati nella realizzazione di audio-guide gratuite in lingua italiana ed inglese, che sono servite a dar vita ad uno spazio completamente dedicato al museo, alla sua storia ed ai suoi reperti, il tutto con il supporto di immagini e fotografie.
Insomma, è stata un’esperienza davvero intensa e degna di essere definita formativa, che speriamo di poter ripetere anche l’anno prossimo, e per cui sentiamo di dover ringraziare tutti coloro che, con il loro tempo e la loro disponibilità, la hanno resa possibile: la Sovrintendenza, il Comune di Lacco Ameno, l’assessore alla cultura del comune di Lacco Ameno dott.ssa Cecilia Prota, la dott.ssa Mariangela Catuogno, la signora Rosalia Taliercio, gli addetti del Museo di Pithecusae, ma soprattutto il Preside e  le nostre professoresse Silvia Parzanese e Carla Lamorgese.

Marika Di Matteo e Claudia Mazzella

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button