CRONACA

LA POLEMICA Casamicciola Sicura: Ferma la rimozione dei detriti

In merito a quanto appreso dalle notizie di stampa abbiamo potuto verificare che la raccolta e il deposito presso i siti temporanei dei detriti alluvionali derivanti dagli eventi del 26 novembre 2022 restano bloccati. Ferma la rimozione dei detriti.

L’emergenza dello smaltimento fanghi alluvionali è una realtà. I siti di stoccaggio temporanei sono già pieni. La compagine politica dell’ex sindaco Luigi Mennella con l’ex presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Zabatta chiedono un urgente intervento per sanare il paese, riapriamo tempo e soldi pubblici. I sottoscritti Luigi Mennella e Giuseppe Zabatta in qualità di esponenti del gruppo “Casamicciola Sicura ” invitano il commissario per la Protezione civile a Ischia per l’emergenza alluvionale Giovanni Legnini e la dottoressa Simonetta Calcaterra, attuale commissario straordinario di Casamicciola Terme a far analizzare con immediatezza i fanghi derivati dai depositi post evento. Sia per quanto riguarda i depositi allocati presso il complesso di proprietà dell’Ente Morale Pio Monte della Misericordia, in via Corso Luigi Mandi di Casamicciola Terme, sia quelli depositati presso il sito privato in località Cavallaro nel comune di Forio. Ed inoltre si sollecita l’analisi dei depositi ancora giacenti sul territorio cittadino per un opportuno e celere smaltimento in sito. Ciò atteso che in passato nel comune di Casamicciola Terme, la società Cala degli Aragonesi ha effettuato operazioni di escavo e dragaggio del fondale nel porto di Casamicciola Terme, rimuovendo anche  i depositi alluvionali degli eventi catastrofici già avvenuti, negli anni,  nel comune di Casamicicola Terme. Tale attività fu posta in essere mediante l’utilizzo di Sorbona e trasferendo gli stessi depositi sulla adiacente spiaggia di Suor Angela, determinando cosi il ripascimento del medesimo arenile. Nessun danno tale attività, come relazionato, dalle autorità locali stesse, in una dalle autorizzazioni concesse dalle autorità regionali e statali preposte è stato cagionato all’ambiente. Pertanto l’utilizzo di tali depositi per il recupero delle coste è azione più che doverosa,  sia per la messa in sicurezza del territorio, si per il superamento dell’emergenza, che per un opportuno risparmio in termini economici (svariati milioni di euro) e di tempo.

Appare alquanto avvilente fingere che usare i depositi come materiale per il riapasciemnto sia affare deprecabile ed incodivisibile atteso che la stessa isola d’ischia è sprovvista di impianti di depurazione dei reflui fognari e per  questo il mare di Ischia è stato, negli anni, in grado di smaltire ben altro e di ben altro rischio per l’ambiente.

Casamicciola Sicura

Luigi Mennella

Ads

Giuseppe Zabatta

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex