Statistiche
LE OPINIONI

LA POLEMICA Sanità e liste d’attesa, la Di Scala attacca De Luca

“Sono indignata: un commissario-assessore alla sanità che denuncia 375 giorni di attesa per una mammografia programmata, sapendo benissimo come stanno realmente e drammaticamente le cose perché è negli atti del suo governo regionale,  ci mancava. Ma ha visto quelle per il colon e le atre? E’ disarmante” Lo afferma la presidente della commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania Maria Grazia Di Scala (FI).

“De Luca intanto chiarisca perché non ha autorizzato i suoi manager a conferire nelle numerose audizioni che ho convocato sulle liste d’attesa”, sottolinea l’esponente di Forza Italia. “Intanto avrebbe scoperto, ove mai non lo sapesse ma ne dubitiamo, che anche per altri esami le attese sono altrettanto e ingiustificatamente lunghissime e che i dati che inviamo a Roma ( sui flussi informativi per gli screening stendiamo un velo pietoso) sono fuorvianti, fuori dalla realtà E SERVONO SOLO A FAR SAPERE A Conte che va tutto bene madama la marchesa”.

“Il fatto poi che sia arrivato a questa sorta di sorprendente autodenuncia e visto che le liste di attesa costituiscono un asse portante dei Lea e del raggiungimento degli obiettivi assegnati ai manager,  possiamo solo pensare ad una sceneggiata napoletana, che stia cioè cercando una buona ragione per qualche resa dei conti, per  mandare a casa qualcuno magari non abbastanza allineato e coperto”, conclude Di Scala.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x