ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La Protezione civile incontra il Papa, presenti anche i Comuni del cratere

ISCHIA

. Anche l’isola d’Ischia è stata degnamente rappresentata ieri a Roma, dove una nutrita delegazione della Protezione civile della Regione Campania è stata ricevuta da Sua Santità Papa Francesco, nell’ambito dell’incontro in Vaticano, presso l’Aula Paolo VI, con i rappresentanti del Servizio Nazionale di Protezione Civile. Ben duecento persone, tra funzionari e volontari del sistema regionale, a rappresentare la Campania nell’incontro con il Santo Padre. Il Capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha invitato i rappresentanti dei tre Comuni ischitani colpiti dal sisma, Casamicciola, Lacco Ameno e Forio. La delegazione isolana è partita in autobus di buon’ora, alle quattro del mattino, per raggiungere la sala delle udienze verso le 8.30 del mattino. Oltre ai tre sindaci, Giovan Battista Castagna, Giacomo Pascale con l’assessore Cecilia Prota, e Francesco Del Deo, è arrivata in Vaticano una  delegazione del Comune termale di ben 29 persone costituita, oltre che dal primo cittadino, dal consigliere Nunzia Piro, dall’architetto Caterina Castagna, la preside dell’istituto Ibsen Marinella Allocca e la sua vice, dottoressa Daniela Di Iorio, con alcuni docenti e alunni della scuola elementare di Perrone, i componenti della famiglia Montanaro e quelli dell’associazione “Catena alimentare Nunzia Mattera”. Prima dell’arrivo di Sua Santità, gli operatori del sistema regionale hanno preso parte al momento di ascolto e di condivisione delle attività messe in campo dal sistema nazionale della protezione civile e delle esperienze di soccorso alla popolazione negli eventi sismici e alluvionali che hanno coinvolto diverse aree del Paese. Infatti, oltre ai comuni isolani, erano presenti delegazioni provenienti dai paesi dell’Italia Centrale colpiti dal terremoto, come Amatrice e Norcia. Anche la famiglia Montanaro ha condiviso la propria esperienza con i presenti, mentre la delegazione casamicciolese ha regalato a Borrelli una mattonella della Keramos raffigurante Nizzola, il simbolo del Comune.  Grandissima emozione all’arrivo di Papa Francesco, al quale è stata donata un’altra opera raffigurante il Castello Aragonese e Casamicciola sullo sfondo, mentre l’associazione “Catena Alimentare” è riuscita a consegnare al Santo Padre un piatto in ceramica con la scritta “Tante gocce formano un oceano”. I bambini presenti hanno consegnato alcune lettere al Papa, che ha salutato e fatto gli auguri di buon Natale agli esponenti delle varie comunità, prima di congedarsi verso le ore 13, quando anche la delegazione isolana ha ripreso la strada verso casa, dopo una giornata da ricordare. Il sindaco Castagna, di ritorno dall’udienza, ha dichiarato: «Un momento memorabile, ringrazio il Capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, per averci dato l’opportunità di partecipare all’udienza dove abbiamo condiviso con le altre comunità italiane le recenti esperienze vissute dopo l’emergenza sisma. Una giornata coronata dall’incontro col Santo Padre, che alla vigilia del Natale ci infonde nuova energia per affrontare le prossime sfide sulla strada della ricostruzione».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex