Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La replica dell’Eav: «Traffico e scarsa assistenza: Di Meglio si preoccupi di altro»

I sindacati si scagliano contro l’ad delle Terme di Nitrodi: «Le strade di Barano sono un disastro e i turisti attendono al sole per la mancanza di pensiline. Come mai non si lamenta?»

In riferimento alla richiesta dell’Amministratore Delegato della Fonte di Nitrodi nella persona di Giuseppe Di Meglio in merito ad un servizio di linea sostitutivo e concorrenziale per il collegamento con la sorgente baranese attraverso i sei Comuni dell’Isola d’Ischia (con tanto di percorsi e piano orari), la scrivente O.S. manifesta tutto il proprio stupore per l’iniziativa alquanto singolare e sinistra che stona con l’attuale servizio pubblico in concessione all’Eav. La frazione di Buonopane è collegata quotidianamente con 51 corse di CD e 51 di CS dalle ore 4.20 alle ore 1.50 con frequenze che variano tra i 15 ed i 30 minuti. Essendo le linee circolari, esse attraversano i territori comunali dell’intera Isola e, per di più, lungo la tratta Ischia-Forio Sant’Angelo, sono supportate giornalmente da 53 corse di Linea 1 e 32 di Linea 2. Il servizio, grazie al supporto del parco rotabile giunto in ausilio dalla terraferma ed all’assistenza meccanica in global service, è garantito su tutte le linee e, tranne ritardi fisiologici per il caotico traffico veicolare, risulta regolare.

Tale richiesta appare incomprensibile in un periodo in cui l’Eav è in netta ripresa con i tutti i collegamenti garantiti. La scrivente O.S. s’interroga seriamente su questa iniziativa che sembra supportare e riproporre passati tentativi di immettere linee private ad Ischia, poi abortiti per non meglio precisate cause. Tale richiesta risulta, altresì, anacronistica ed immotivata in quanto nessuna iniziativa è stata posta in essere quando la stessa Eav era in sofferenza con carenze di bus per coprire le linee ed è da ritenersi inappropriata oggi che la situazione è decisamente migliorata. La O.S. si stupisce che l’A.D. Di Meglio (che pare non utilizzi il mezzo pubblico per i suoi spostamenti), così solerte a tutelare i danni alle imprese che operano nel settore turistico, non colga le lamentele degli ospiti che soggiornano per le vacanze sull’Isola d’Ischia per il caotico traffico veicolare causato dall’elevatissimo numero di auto private, delle soste selvagge lungo le anguste arterie viarie, dei divieti continuamente violati dagli automobilisti che minano e danneggiano l’immagine turistica dell’isola e che, per l’appunto, sono cause di ritardi dei mezzi pubblici di linea. E, per di più, lo stesso Di Meglio non noti la pessima viabilità proprio a Barano, Comune in cui ricade il Parco Termale da lui amministrato. Peccato, poi, che non sia così attento neanche a raccogliere le proteste dei turisti che sono costretti ad attendere l’autobus alle fermate senza pensiline di riparo e non solleciti l’Amministrazione Comunale di Barano ad intervenire energicamente in “via straordinaria ed urgente” per “evitare che i danni all’economia si protraggano ulteriormente per tutto il periodo estivo”.

A tal uopo, la sottoscritta O.S. si riserva di verificare la liceità dell’iniziativa attraverso le Autorità e gli Enti competenti.

 

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x