CULTURA & SOCIETA'GALLERIAPRIMO PIANO

La Scotti prima scuola plastic free del Comune d’Ischia: ieri la consegna di 700 borracce

Durante la mattina il Sindaco Enzo Ferrandino e l’assessore all’ambiente Carolina Monti hanno nominato Lello Maisto paladino dell’ambiente: ha raccolto migliaia di cicche di sigaretta dalla spiaggia di San Pietro

La scuola media Scotti di Ischia è la prima scuola del Comune d’Ischia completamente plastic free. Lo è diventata ieri mattina quando il Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino, insieme con l’assessore all’ambiente Carolina Monti, il Comandante della Guardia Costiera di Ischia, i rappresentanti dell’Area Marina Protetta Regno di Nettuno e l’Associazione Marevivo, hanno consegnato 700 borracce per tutta la platea scolastica. Era questa una promessa fatta lo scorso maggio a termine di un progetto che aveva coinvolto solo le seconde del tempo prolungato e che, quest’anno, vede coinvolte tutte le classi della Scotti. Ai ragazzi è stato chiesto di gettare la bottiglietta di plastica in una rete posizionata nel cortile della scuola, un modo per dare contezza della plastica dispersa nell’ambiente quando non si porta con sé una comoda borraccia. «Plastic free non è solo uno slogan, bisogna capire perché si è arrivati a questo. Da oggi noi assumiamo l’impegno di usare le borracce per portare a scuola acqua e altre bevande. Grazie al Sindaco e all’assessore che hanno consegnato 700 borracce ad alunni, insegnanti e personale Ata». È stato questo il saluto della dirigente, la prof. Lucia Monti che ha annunciato che la mattinata era solo l’inizio di un progetto volto alla sensibilizzazione ambientale dei ragazzi. «Questa iniziativa – ha detto invece il Sindaco Enzo Ferrandino – deve farci comprendere che insieme stiamo affrontando una sfida: ridurre la plastica monouso. Questa borraccia è un simbolo, dobbiamo concepire l’ambiente come un bene comune, un bene di tutti e per questo dobbiamo prendercene cura attuando delle buone pratiche. A casa sorvegliate che la raccolta differenziata venga fatta in modo opportuno, usiamo l’auto in modo razionale così da avere meno traffico in strada e meno inquinamento. Abbiate cura del vostro territorio perché noi tutti siamo custodi dell’ambiente e quando vediamo amici nell’atto di distruggere uno di questi beni pubblici, come ad esempio i giochini della pineta, abbiate la capacità di correggerli, solo così possiamo tutelare il bene comune. Da oggi in maniera forte abbracciamo una grande sfida: ognuno di noi nella sua quotidianità tutelerà l’ambiente, un impegno per avere un futuro sempre più verde». Tanto entusiasmo da parte dei ragazzi nell’accogliere la notizia data dall’assessore all’Ambiente Carolina Monti che ha promesso loro che presto saranno installati gli erogatori per l’acqua potabile, «mai più venire a scuola con bottiglie di plastica! La borraccia deve diventare uno stile di vita e quando vedete un bicchiere monouso dite no! Questo è solo l’ inizio di un percorso speriamo di poter fornire erogatori anche per rispondere a chi ha detto che mezzolitro di acqua non basta per la mattinata di un bambino». Il comandante della Guardia Costiera di Ischia, il TV Andrea Meloni ha portato ai ragazzi l’esempio della tartaruga Tortano, rimessa in mare dopo essere rimasta impigliata in un retino di plastica: era la seconda volta per quest’ esemplare di caretta caretta che, nemmeno un anno fa, fu ricoverata perché aveva ingerito plastica, «il problema della plastica – ha detto ancora il Comandante – non è uno slogan, ma è reale e dobbiamo tutti impegnarci. La borraccia è solo un primo, piccolo passo: durante l’anno ci incontreremo per parlare con voi ragazzi, che siete il presente della nostra società, e per capire come tutti insieme si può migliorare e rendere il nostro pianeta un luogo migliore dove vivere. Grazie per aver sposato questo progetto con noi, la speranza è che le storie come quelle di Tortano possano aiutarci a migliorare». Come l’anno scorso, gli alunni della Scotti saranno chiamati a disegnare per la Guardia Costiera un biglietto d’auguri per le prossime festività natalizie: il tema sarà un’isola libera dalla plastica. E’ stato Paolo Monti dell’Associazione Marevivo a illustrare alla platea scolastica come avverrà quest’anno la formazione, «la plastica – ha dichiarato al microfono – è l’ unica invenzione dell’uomo che ancora esiste nei suoi primi esemplari. Ci sono e ci saranno per sempre, la plastica non scompare dopo mille anni, non la vediamo più, ma esiste in frammenti piccolissimi, talmente piccoli che sono anche nell’aria che respiriamo». L’idea è quella di realizzare un progetto grafico nel quale, gli alunni della Scotti, forniranno consigli utili per ridurre la plastica.

Caterina Iacono ha poi portato i saluti del direttore dell’Area Marina Protetta Regno di Nettuno, Antonino Miccio, «l’area marna protetta sta facendo da ponte tra la capitaneria e l’amministrazione e questo ha permesso di creare una rete di collaborazione tra enti, associazioni mettendo in campo diverse attività. Con orgoglio siamo riusciti in questa idea iniziale, ma c’è tanto da fare. L’idea è che se non amiamo prima noi il nostro territorio non possiamo pretendere che lo amino anche gli altri che vengono da fuori, voi ragazzi siete il nostro spunto!». La mattinata ha visto anche una consegna speciale, una pergamena a Lello Maisto nominato dal Sindaco paladino dell’ambiente per aver raccolto migliaia di cicche di sigaretta dalla spiaggia di San Pietro, un grazie che lo storico collaboratore scolastico del Marconi ha condiviso con tutti gli amici della spiaggia. «Stamattina in maniera simbolica dobbiamo riconoscere un grande grazie a Lello Maisto un frequentatore della spiaggia di San Pietro che quest’estate ha raccolto tutte le cicche di sigaretta gettate in spiaggia dai fumatori. Ognuno di noi deve prendere spunto da questa azione meritoria svolta da Lello, è questo lo spirito giusto per tutelare l’ambiente».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close