CRONACA

LA STORIA La denuncia: 48 ore per rimuovere dalla strada un coniglio morto

Da simbolo dell’isola a simbolo del degrado, il passo è breve. Parliamo del coniglio. Il re della tavola domenicale ed emblema della tradizione alimentare di tutti gli ischitani questa volta finisce agli onori della cronaca non certo per un motivo culinario. Lunedì il commissario dei Verdi dell’isola di Ischia, Mariarosaria Urraro ha segnalato al 112  “la presenza di un coniglio morto in uno stallo a strisce blu di via provinciale Maronti nel Comune di Barano d’Ischia”. Dopo 24 ore il coniglio, incredibile ma vero, era ancora lì. E così Urraro ha contattato “immediatamente l’Asl veterinaria di Ischia”. Martedì in tarda mattinata (finalmente) la carcassa del coniglio è stata rimossa. L’operazione è stata seguita dai Verdi di Ischia.

“Ci siamo attivati immediatamente – ha detto Maria Rosario Urraro – contattando l’Asl veterinaria dell’isola per chiedere innanzitutto la rimozione del coniglio morto. Dopo pochi minuti è sopraggiunta anche una volante dei Carabinieri che ha potuto rendersi conto della situazione e subito si sono adoperati per aiutarci. Il nostro collaboratore si è recato con la propria auto a prelevare il veterinario Asl perché al momento era appiedato, per velocizzare le operazioni di recupero. La carcassa del povero coniglio morto verrà inviata all’istituto IZSM di Portici per l’esame autoptico e poi successivamente sarà smaltito presso la ditta Proteg di Caivano”. Adesso si attende il risultato dell’autopsia per capire le cause del decesso del povero coniglio.  

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker