ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La tragedia di Maria tra rabbia, dolore e incredulità

Di Francesco Ferrandino

ISCHIA. Il giorno dopo resta un vuoto incolmabile. La scomparsa di Maria, tragica quanto inspiegabile, e per questo ancor più inaccettabile, lascia nell’intera comunità isolana non soltanto lo sgomento tipico del veder spezzata una giovane vita, ma anche di chi non può aggrapparsi a nessuna spiegazione razionale, che pur nella sua freddezza avrebbe potuto rappresentare un labile appiglio, per tentare almeno inconsciamente di venire a patti con l’ineluttabilità di un simile evento. Giovane madre di due bambine, una di circa due anni e mezzo e l’altra di quasi un anno, Maria lascia un ricordo praticamente unanime in chi l’ha conosciuta. La sua è una famiglia molto unita, lei infatti era legatissima a suo fratello Giacomo, ma anche alle sue cugine. Il suo carattere solare, sempre pronto a vedere il lato gioioso della vita, rimane vivo anche nel ricordo di chi l’aveva frequentata in passato. Diplomata all’istituto “Isabella d’Este”, svolgeva la professione di estetista in una struttura alberghiera. Gianmarco Balestrieri, titolare di una nota agenzia di spettacoli, ma anche insegnante di corsi professionali per estetisti, ebbe modo di conoscerla, avendola avuta come alunna: «La ricordo benissimo – afferma Gianmarco – nonostante siano passati alcuni anni da quando Maria frequentò il corso. Negli anni successivi lei ha  lavorato in una struttura situata nelle vicinanze del mio ufficio, e quindi ci incontravamo molto spesso. Sempre sorridente, gioiosa, proprio com’era stata in classe durante quell’inverno in cui seguì il mio corso. Era un’allieva impeccabile, anche perché ci teneva  molto a svolgere quello che poi sarebbe diventato il suo lavoro, quindi si impegnava al massimo per raggiungere l’obiettivo. Sono sincero quando dico che era un’alunna modello, non solo per il suo rendimento che ne faceva una delle migliori, ma anche dal punto di vista umano: era una persona educata, sempre bendisposta verso chiunque. Morire a 28 anni è già un evento tragico di per sé, ma quando accade a una persona che conosci, ecco, diventa un colpo ancor più terribile». Anche il  compagno di Maria lavorava in albergo: chi li conosceva li descrive come una coppia molto affiatata. Le amiche dicono che era praticamente impossibile vederla triste. Amava condividere il tempo libero con gli amici più cari, infatti molto spesso Maria organizzava serate a casa invitando a cena gli amici più cari, anche se comprensibilmente negli ultimi tempi si era dedicata prevalentemente alla famiglia, soprattutto dopo essere divenuta mamma di due splendide bimbe. Nelle ore successive alla diffusione della tragica notizia, sui social network aumentavano le espressioni di cordoglio e di doloroso stupore, per la morte improvvisa di Maria. C’è Monica, che scrive: «Non posso ancora crederci. L’ho incontrata ad agosto dalla nonna: era così felice. La ricorderò sempre così: sorridente!!». Il sorriso, che Luana definisce «travolgente», è una costante del ricordo che Maria lascia in chi l’ha conosciuta, come ad esempio quello di  Giovanna: « Non la vedevo da tanto tempo, ma ho impressi nella memoria i suoi bellissimi occhi azzurri e il suo sorriso». C’è Fiore che pur nell’immenso sgomento ricorda i momenti felici trascorsi insieme: «Sono senza parole. Da oggi non riesco ancora a realizzare.. Amica mia, quante risate abbiamo fatto nel gruppo anni fa. Riposa in pace». Marianna lancia una preghiera: «Veglia sui tuoi cari e sui due tuoi piccoli angeli». Una preghiera che profondamente ci sentiamo di condividere, affinché Maria possa in qualche modo continuare a essere presente presso tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla. Un’altra amica, Nunzia, nel dare l’estremo saluto all’amica, sintetizza così: «La vita è una bellissima avventura, ma anche profondamente ingiusta». È verissimo, ma quanto è dura accettarlo.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker