ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La truffa degli smartphone e le false denunce, i motivi dell’arresto di Lucio Pilato

ISCHIA – Sono falsità materiale commessa da privato, contraffazione delle impronte di una pubblica certificazione e truffa i reati che vengono contestati a Lucio Pilato, arrestato questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Ischia. L’indagine è partita da una segnalazione della Assurant solutions Italia srl, una società che garantisce alla clientela per conto della Tim di ricevere un telefono nuovo o rigenerato in caso di danno accidentale), che ha posto l’attenzione della magistratura inquirente su 24 false denunce di furto, praticamente tutte riconducibili a telefoni cellulari acquistati presso il negozio Synergy di via Alfredo De Luca. Un escamotage, quello messo in atto, che serviva di fatto a rimettere in vendita come nuovi gli apparecchi grazie al contratto assicurativo. I militari dell’Arma hanno accertato ben trenta casi di cellulari di cui il rivenditore era venuto illecitamente in possesso e poi aveva provato a rivendere, alcuni di questi sono stati posti sotto sequestro. Questa mattina nel corso di una perquisizione presso il negozio in questione (nella foto) sono stati posti sotto sequestro altri 30 cellulari, ma l’indagine prosegue.

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button