ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

La variante esterna e quella morte mai dimenticata

di Sara Mattera

 Ischia.  È un moltitudine di commenti quella che si è sollevata, in queste ore, alla notizia dell’ennesimo incidente stradale verificatosi sulla variante esterna della Sopraelevata. Le immagini e le istantanee dell’auto semi-distrutta che si è andata a schiantare, ieri mattina, contro la ringhiera posta al limite della carreggiata, infatti, non hanno potuto fare a meno di richiamare alla memoria della comunità isolana, il tragico incidente di tre anni fa, in cui perse la vita Alfredo Francescon. Era l’undici Marzo del 2013 quando l’auto su cui viaggiava il giovane- allora ventitreenne- insieme all’amico Giovan Giuseppe Ferrandino, andò a schiantarsi contro la ringhiera posta all’altezza della curva in prossimità del ristorante “Damiano”. In quel terribile testacoda, Alfredo, che sedeva al lato passeggero, venne sbalzato fuori dal finestrino della vettura, andandosi a schiantare, dopo un volo di circa 10 metri, sul tetto di una delle case situate al di sotto della variante esterna. Un epilogo drammatico che fortunatamente non si è ripetuto ieri. Quanto accaduto, però, ha, inevitabilmente, ricordato quella triste e vicenda alimentando così dibattito e polemiche nella comunità ischitana ed isolana in genere.

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex