ARCHIVIO 4

La vendemmia rotariana, tra divertimento e beneficenza

 

di Isabella Puca 

foto Enzo Rando |

SERRARA FONTANA – Erano un centinaio tra soci del Rotary e amici, ognuno con la sua maglietta creata ad hoc per l’occasione, le sue forbici da pota e l’entusiasmo che solo la vendemmia ischitana può dare. L’appuntamento, come ormai dal 2011,  era per domenica scorsa alla tenuta di Benedetto Migliaccio della vigna dei mille anni in località Jesca per la vendemmia Rotariana. «É stata una giornata molto bella – ci ha raccontato il dott. Bernardo De Martino, nuovo presidente del Rotary Ischia – una festa meravigliosa, abbiamo vendemmiato in un posto stupendo. L’opera di recupero della vigna da parte dell’avvocato Migliaccio è stata importantissima, ha strappato la terra all’abusivismo». Dopo che la tenuta venne abbandonata per ben cento anni l’avvocato Migliaccio, ritornato sull’isola, decise di recuperare questi 14 ettari di terreno a strapiombo sul mare ricreando questo paradiso in terra. Era lì che veniva prodotto uno dei migliori vini rossi dell’isola di tale bontà che nel 1870 ebbe la medaglia d’onore al concorso enologico nazionale ed è sempre lì che, ogni anno si rinnova quest’importante e divertente appuntamento. «Occasioni del genere – ha detto entusiasta il dott. De Martino – andrebbero valorizzate anche a livello turistico. Le nostre tradizioni rendono l’isola davvero unica e possono aiutarci anche a livello turistico». Dopo aver raccolto l’uva, un divertimento per grandi e per piccini, non è mancato un momento conviviale, un pranzo preparato con prodotti locali, a base di carne alla brace e pasta con le verdure dell’orto il tutto innaffiato, ovviamente, con il vino della tenuta e con l’allegria di un cantastorie d’eccezione, Girolamo Mattera. La festa di quest’anno si è arricchita, inoltre, di un’importantissima iniziativa, una raccolta fondi per il progetto End Polio Now. «Con la giornata di domenica – ha detto ancora il presidente – abbiamo raccolto 1000 euro che doneremo alla Rotary Fondation. Questo progetto per dire stop alla poliomelite dura da 30 anni ed è uno dei più importanti. Dai 350 mila casi all’anno nell’ ’85, oggi ne abbiamo 800 all’anno, l’obiettivo è annientare la malattia che persevera ancora in Nigeria, Afghanistan e Pakistan». L’obiettivo del Rotary International è quello di raccogliere quanti più fondi possibili entro il 2018 affinché la malattia venga debellata completamente  e, con l’impegno della fondazione Bill e Melinda Gates, sarà inoltre possibile triplicare i fondi raccolti.  Oltre alla vendemmia il direttivo Rotary ha organizzato anche una simpatica riffa con dei bei premi in palio e un’altra occasione per fare beneficenza. Per chi l’avesse persa l’appuntamento è per l’anno prossimo quando alla vendemmia verrà associata una raccolta fondi per qualche altro importante progetto sociale. Nel frattempo una delegazione ischitana del Rotary isola d’Ischia, si è recata a San Pietroburgo per discutere dell’importante progetto realizzato con la salute mentale all’interno del Giardino dell’amicizia, l’Orto “allenamente” «stiamo raccogliendo fondi – ha detto ancora il dott. De Martino – per ampliare le possibilità, ad esempio andando a ristrutturare la serra. Entro il 25 di novembre abbiamo, poi, intenzione di  organizzare un convegno che avrà come tema la violenza sulla donna».

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close