Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

La zona rossa non frena la prima tintarella

Una domenica delle Palme caratterizzata da un clima surreale: in pochi in giro, ma c’è chi non ha voluto rinunciare ad un salto in spiaggia. Controlli serrati di polizia e carabinieri, comminate alcune sanzioni amministrative

Una domenica delle Palme surreale, se non fosse che quella del 2020 era stata peggiore giacché caratterizzata da un lockdown nell’accezione più generale e autentica del termine. Poca gente in giro, a fare capolino in mattinata soltanto i fedeli che non hanno voluto perdersi le celebrazioni religiose culminate nella benedizione del ramoscello d’ulivo. Ma ovviamente, nessuna processione e tanti appuntamenti caratteristici cancellati o vanificati dal covid come successo esattamente dodici mesi fa. Il tempo, insomma, pare essersi fermato anche se non tutti hanno resistito alla tentazione. Complice l’innalzamento delle temperature, una giornata caratterizzata da un sole splendido e anche la prima domenica caratterizzata dall’ora legale, non sono mancati coloro che si sono recati sulle spiagge isolane per godersi la tintarella. Certo, il numero non è stato esorbitante, il timore evidentemente di violare le regole ha fatto desistere i più ma c’è stato chi ha preferito la sabbia ad una salutare passeggiata, visto che a un certo punto sembrava di assistere ad un anticipo di stagione estiva. Ma, siamo sinceri, di assembramenti nemmeno l’ombra.

E lo stesso discorso vale anche per gli altri abituali luoghi di ritrovo della nostra isola, deserti o comunque scarsamente frequentati anche a causa della chiusura di bar e attività commerciali che di fatto escludono all’origine la possibilità di ricavare dei punti d’incontro in particolare per i giovani. Forze dell’ordine in azione, con carabinieri e polizia che hanno effettuato una serie di posti di controllo per verificare che tutti gli spostamenti fossero motivati da valida giustificazione. Non sono mancate, a riguardo, le contravvenzioni comminate a cittadini “indisciplinati”.

Foto Franco Trani

Ads

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Solo la prima tintarella frena la zona rossa? Eppure al semaforo se c’è il rosso ti devi fermare. Forse c’è una spiegazione, sull’isola non ci sono semafori che ti indicano con il rosso che devi stare fermo ed aspettare il verde per poterti muovere, quindi uno è libero di fare come gli piace. Ma stiamo scherzando? Siamo in zona rossa? E allora perchè non lo si capisce? Chi non vorrebbe uscire e vivere? Ma purtroppo non si può. Un pò di sacrificio lo vogliamo fare per ritornare ad uscire come prima? Oltre alle mascherine che indossiamo abbiamo messo pure i paraocchi. Non ci importa delle regole, si deve uscire per forza, intanto i morti continuano. Ma se nell’uscire di casa potresti essere bombardato e ucciso usciresti lo stesso o eviteresti?

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x