ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5POLITICA

Lacco Ameno accoglie i volontari per il servizio civile

Sono stati accolti ieri mattina in Municipio i ragazzi scelti per svolgere il servizio civile a Lacco Ameno. Poco più di un mese fa si era infatti conclusa la selezione per il progetto dal titolo “Villa Arbusto: Storia, Arte, Archeologia”, approvato e finanziato dalla Regione Campania. Progetto che avrà durata annuale (12 mesi), con 30 ore di servizio settimanale distribuite su sei giorni. L’assegno mensile è pari a euro 433,80. L’iniziativa prevede un percorso formativo specifico, con costante tutoraggio dell’attività svolta e al termine del progetto i partecipanti otterranno un attestato. Il sindaco Giacomo Pascale e i consiglieri Leonardo Mennella e Ciro Calise hanno dato il benvenuto ai ragazzi accogliendoli presso la sala Consiliare. Il primo cittadino ha tenuto un breve discorso di presentazione, si è detto contento di poter iniziare questa collaborazione  e ha  illustrato ai prescelti quelle che saranno le mansioni da svolgere. Il sindaco ha sottolineato che la grande maggioranza degli idonei sono di sesso femminile, un segno del grande impegno che le donne profondono nelle attività cui si dedicano.  I quattordici prescelti saranno suddivisi fra tre sedi di assegnazione. quattro saranno destinati al Municipio. Altri sei presteranno servizio presso Villa Arbusto. Infine, quattro saranno assegnati al Museo “Angelo Rizzoli”.

I volontari ammessi, entreranno in servizio il prossimo 11 dicembre, e di fatto andranno a sostituire gli attuali volontari in servizio, il cui contratto è scaduto lunedì scorso. Finora, i sei in servizio sul Municipio hanno in parte supplito alla cronica carenza d’organico del Comune, in particolare aiutando a fronteggiare le molteplici esigenze che l’emergenza provocata dal sisma del 21 agosto ha imposto. Un organico che, già prima del terremoto, era notoriamente in sofferenza e per il quale l’amministrazione ha più volte chiesto nelle sedi competenti  di poter provvedere tramite alcune assunzioni.

Proprio per questo motivo, vista la grande professionalità mostrata da alcuni dei volontari “uscenti”, pare che l’amministrazione sia intenzionata a cercare, con l’appoggio del Governo, una strada per poter prorogare il rapporto lavorativo con tali elementi, allo scopo di utilizzare le acquisite competenze e professionalità anche per il prossimo anno, che si preannuncia quanto mai impegnativo per il Comune del Fungo.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex