ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Lacco Ameno, approvate le variazioni di bilancio

Seduta pomeridiana ieri per il consiglio comunale di Lacco Ameno. Convocato in via straordinaria per le ore 15:00, il civico consesso era chiamato a ratificare due deliberazioni della giunta comunale relativi alle variazioni di bilancio, oltre ad approvare il nuovo regolamento di contabilità armonizzata. La prima delibera all’attenzione del consiglio è stata la numero 79 del 18 agosto relativa all’istituzione di nuovi capitoli, in entrata e uscita, nel bilancio di previsione 2017. Il sindaco Pascale ha brevemente illustrato tali capitoli, rispettivamente riguardanti i 3 milioni e 600mila euro di finanziamento ottenuti per il progetto di ripascimento delle spiagge dell’isola, i 100mila euro provenienti dai fondi regionali per la manifestazione Torrinfesta, i 224mila euro per l’adeguamento della pubblica illuminazione , i 5mila per l’installazione nelle aree verdi pubbliche di giochi destinati a minori con disabilità, e infine i 60mila euro di contributo per la disostruzione dell’alveo di Cava del Monaco.

L’opposizione, tramite l’avvocato Carmine Monti, ha però contestato il parere del revisore dei conti, perché nella copia consegnata ai consiglieri c’era un refuso (il revisore Cercone aveva indicato il comune di Piedimonte Matese) e lo stesso parere “comprendeva” due delibere. La segretaria comunale ha spiegato che il refuso era stato rilevato ieri mattina e per tale motivo non era stato possibile recapitare la copia corretta ai consiglieri. Il leader della minoranza non ha voluto minimizzare l’incidente: «Sbagliare una semplice paginetta come questa significa non aver letto nulla del documento contabile. Inoltre da venerdì a oggi non ci è stata recapitata la correzione. Non si possono svolgere i consigli comunali in questo modo, non si può votare un atto relativo al bilancio con questi vizi formali. Noi non voteremo la ratifica», ha dichiarato Monti, mentre Leonardo Mennella gettava acqua sul fuoco: «Sono obiezioni eccessive, il parere c’è», e il sindaco Giacomo Pascale aggiungeva: «Sarebbe bastata una semplice determina per questa ratifica, ma abbiamo preferito venire in consiglio. Si tratta di variazioni con capitoli in entrata e in uscita che non cambiano nulla in sostanza». La ratifica viene approvata col voto contrario dell’opposizione (tra le cui file mancava D’Orio).

Il secondo punto riguardava la ratifica della variazione urgente al bilancio di previsione finanziario 2017/2019 in relazione all’evento sismico del 21 agosto scorso. In attesa di ricevere il ristoro delle somme impiegate per fronteggiare l’emergenza, il Comune ha impiegato 700mila euro di cui 350mila in applicazione dell’avanzo di amministrazione, 250mila dai fondi destinati al risanamento del dissesto e 100mila euro dagli oneri straordinari. Anche su questa delibera è arrivata la critica dell’opposizione, per ragioni tecniche: Carmine Monti ha sostenuto, documenti alla mano, che l’avanzo di amministrazione è totalmente indisponibile, come affermato dal revisore unico, mentre il Commissario liquidatore da parte sua in una nota dell’11 ottobre ha sollecitato l’amministrazione a trasferire sul conto di tesoreria del dissesto i fondi necessari a finanziare appunto la procedura di dissesto. Secondo Carmine Monti, sarebbe bastata una partita di giro, imputando le spese necessarie per il sisma ai sette milioni destinati all’emergenza. Michele De Siano ha risposto spiegando che le somme destinate al dissesto sono state lecitamente utilizzate perché andavano affrontare le spese di somma urgenza, in attesa che esse vengano riconosciute dal Commissario all’emergenza: «Erano somme reali in possesso del Comune – ha dichiarato De Siano – e  ci sono state riconosciute». La situazione d’emergenza, secondo la maggioranza, ha impedito di procedere nella maniera ordinaria, e tale “distrazione” di somme è una misura adottata anche da altri paesi alle prese con l’emergenza. Pascale ha anticipato che entro breve tempo dovrebbe arrivare anche il decreto tanto sospirato con la possibilità di incrementare il personale amministrativo.

Carmine Monti ha chiesto spiegazioni anche in merito al canone dovuto alla Balga per il servizio di nettezza urbana, che andrebbe rideterminato al ribasso visto che il servizio stesso è ridimensionato a causa delle delimitazioni della zona rossa e che il Comune al momento non percepisce una gran parte dei tributi sulla spazzatura, visto il disastro che ha colpito numerosi immobili privati e aziendali. Il sindaco Pascale ha risposto dicendo che sin dal 30 agosto ha dato mandato per la rideterminazione del canone. Sia come sia, anche tale ratifica è stata approvata solo coi voti della maggioranza.

Il terzo e ultimo punto in agenda riguardava l’approvazione del regolamento di contabilità armonizzata. È toccato all’assessore Miragliuolo illustrare i motivi alla base della normativa e le modalità caratteristiche del nuovo regolamento (quello del Comune del Fungo era fermo al 1998). Si tratta di una contabilità condotta con criteri più omogenei per i vari settori e che si avvicina a quella delle imprese. Carmine Monti ha proposto di modificare l’indice dello schema di regolamento, suggerimento subito accolto, e il regolamento è stato votato all’unanimità.

Prima dello scioglimento del Consiglio, avvenuto intorno alle 16:40, il sindaco Pascale ha invitato l’architetto Dellegrottaglie, responsabile dell’Ufficio tecnico, ad approfondire il tema-spese per il sisma. Fra l’altro, l’architetto ha spiegato che fino alla nomina del Commissario all’emergenza, ogni operazione è stata gestita in somma urgenza, e solo successivamente si è passati allo schema di affidamento tramite il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione. Carmine Monti ha comunque criticato la “sincerità” dell’amministrazione, in quanto inizialmente su precisa domanda l’amministrazione aveva affermato che le forniture dei materiali per l’emergenza le aveva gestite il Comune, mentre Dellegrottaglie ha specificato che la gestione era stata della società Balga.

Francesco Ferrandino

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close