ARCHIVIO 5

Lacco Ameno, approvato il programma dei lavori pubblici

L’esecutivo ha adottato i relativi schemi per il prossimo triennio

L’amministrazione, si sa, è soprattutto “ordinaria” amministrazione. Come ogni inizio anno, arriva il momento della consueta delibera di giunta con cui l’esecutivo guidato dal sindaco Pascale ha adottato lo schema del programma biennale degli acquisti di beni e servizi per il periodo 2019/2020, ma anche del programma triennale del lavori pubblici 2019/2021 e infine  dell’elenco annuale dei lavori per l’anno 2019. Il tutto in ossequio dell’articolo 21 del D.lgs 50 del 2016, il quale prevede che “le amministrazioni aggiudicatrici adottano il programma biennale degli acquisti di beni e servizi e il programma triennale dei  lavori pubblici, nonché i relativi aggiornamenti annuali. I programmi  sono approvati nel rispetto dei documenti programmatori e in coerenza  con il bilanci e, per gli enti locali, secondo le norme che disciplinano la programmazione economico-finanziaria degli enti”. Al comma tre, la norma in questione prevede inoltre che “il  programma  triennale  dei  lavori  pubblici  e  i  relativi aggiornamenti annuali contengono i lavori il cui valore  stimato  sia pari o superiore a 100.000 euro e indicano, previa  attribuzione  del codice unico di progetto di  cui  all’articolo  11,  della  legge  16 gennaio 2003, n. 3, i lavori da avviare nella prima annualita’, per i quali  deve  essere  riportata  l’indicazione  dei  mezzi  finanziari stanziati sullo stato di previsione o sul  proprio  bilancio,  ovvero disponibili in base a contributi o risorse dello Stato, delle regioni a statuto ordinario o di altri enti pubblici. Per i lavori di importo pari  o  superiore  a  1.000.000  euro,  ai   fini   dell’inserimento nell’elenco  annuale,  le  amministrazioni  aggiudicatrici  approvano preventivamente il progetto di fattibilità tecnica ed economica”. Infine, la norma stabilisce che “il programma biennale  di  forniture  e  servizi  e  i  relativi aggiornamenti annuali contengono gli acquisti di beni e di servizi di importo unitario stimato pari o superiore a 40.000 euro”. Adempimenti che segnalano l’imminente convocazione del consiglio comunale per l’approvazione di documenti contabili di prammatica.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex