CRONACAPRIMO PIANO

Lacco Ameno con il lutto cittadino per l’ultimo saluto a Francesco

Questa mattina alle ore 10.30 nella Basilica di Santa Restituta il rito funebre del giovane deceduto dopo essere stato centrato in pieno da una Fiat Panda giovedì scorso mentre era a bordo del suo scooter

Sarà il giorno più lungo, straziante, come accade in questi casi surreale. Perché non può esserci nulla più contro natura per un genitore che porgere l’estremo saluto a un proprio figlio. Ieri mattina l’effettuazione dell’esame autoptico – eseguito presso l’istituto di medicina legale del Policlinico di Napoli – ha di fatto messo in condizione il magistrato di liberare e restituire ai familiari la salma di Francesco Taliercio, il diciassettenne deceduto giovedì scorso dopo essere stato travolto dalla vettura condotta da Davide Elia mentre a bordo del suo scooter stava facendo ritorno a Lacco Ameno. Una tragedia immane, l’ennesima sull’isola, che ha davvero sconvolto un’intera comunità, che non a caso in questi giorni ha annullato una serie di eventi e manifestazioni: annullate serate danzanti, manifestazioni politiche, resa praticamente silenziosa e senza spettacoli di intrattenimento la festa di Santa Restituta e differita finanche la manifestazione in difesa della sanità isolana. Questa mattina, alle 10.30, presso la Basilica di Santa Restituta, è stato officiato il rito funebre: ieri sera, dalle 21 alle 23.30, un incredibile numero di persone ha voluto rendere omaggio a Francesco nel corso della camera ardente accompagnata da una veglia.

Sarà un momento di profonda tristezza per l’intera comunità isolana e per quella lacchese in particolare. Non a caso il sindaco Giacomo Pascale – come peraltro aveva ampiamente annunciato  nei giorni scorsi – ha emesso l’ordinanza con la quale proclama il lutto cittadino nel Comune del Fungo. Il documento, che come da prassi è stato trasmesso anche alla Prefettura di Napoli, recita quanto segue: “A seguito di un grave incidente stradale occorso nella notte tra il 9 e il 10 maggio 2019 lungo la via Provinciale SS 270 tra Casamicciola Terme ed Ischia, ha perso la vita il nostro giovane concittadino Francesco Taliercio, di appena 17 anni- scrive il sindaco Pascale- l’intera comunità è profondamente colpita dalla prematura e tragica scomparsa e dalla drammaticità della notizia.

Bandiere a mezz’asta, sospensione dell’attività edifici pubblici e scuole chiuse, divieto di attività ludiche: l’ordinanza di Giacomo Pascale trasmessa anche alla Prefettura. L’appello del papà Leonardo: “Voglio sperare che nessuno più sia l’uomo dell’altra corsia, il nostro Francesco sarebbe felice se al posto dei fiori ci fossero gesti di beneficenza”

I funerali del compianto Francesco si sono svolti il 15 maggio 2019 alle ore 10.30 presso la Basilica di Santa Restituta in Lacco Ameno, si è ritenuto doveroso interpretare e condividere la generale sensazione di dolore e di smarrimento di quanti hanno avuto modo di conoscere il giovane Francesco, apprezzandone le doti umane, e di rappresentare alla famiglia la vicinanza e la solidarietà dell’intera Comunità di Lacco Ameno per quanto accaduto. Per questo mercoledì 15 maggio è stata ordinata l’esposizione a mezz’asta delle bandiere presso la sede comunale e gli edifici scolastici in segno di lutto; la sospensione di ogni attività negli uffici pubblici dalle ore 10,00 alle ore 12,30 per consentire la più ampia partecipazione ai funerali del giovane Francesco; la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale; I cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni, le associazioni e i titolari delle attività private di ogni genere ad esprimere, per l’intera durata della cerimonia funebre, la propria partecipazione al lutto nelle forme ritenute più opportune in segno di raccoglimento e rispetto. Infine sono vietate le attività ludiche, ricreative ed ogni altro comportamento che contrasti con il lutto e le esequie, con la sospensione di tutti gli spettacoli pirotecnici previsti in occasione della festa della Santa patrona Restituta sino a tutta la giornata del 16 maggio 2019. Sospeso anche lo svolgimento delle attività di luna park in corso, da tenersi assolutamente senza musica per tutta la durata della festa patronale”. Insomma, un intero paese si fermerà per riunirsi in un doveroso momento di riflessione e preghiera verso una famiglia colpita negli affetti più cari per la perdita di un ragazzino non ancora diciottenne.

Nel frattempo, continua ad essere incredibilmente ammirevole e straordinario il papà del povero Francesco Leonardo Taliercio. Nei giorni scorsi aveva postato una foto del figlio accompagnato da un messaggio davvero commovente (“Con orgoglio vi presento mio figlio Francesco, son sicuro che ne avrebbe fatta di strada), ieri alla vigilia dei funerali ha voluto lanciare un altro appello social: “Domani (oggi per chi legge, ndr) noi genitori con immenso dolore ci troveremo ad affrontare la prova più dura, chiediamo a tutti coloro che vorranno manifestarci la loro vicinanza di abbracciarci semplicemente con la loro presenza. Speriamo di avere la forza di abbracciare tutti i ragazzi nei quali rivediamo nostro figlio e nei quali riponiamo la speranza che domani nessuno sia l’uomo dell’altra corsia. Il nostro Francesco sarebbe felice se al posto di fiori ci fossero tanti piccoli gesti di beneficenza. Grazie di cuore a tutti!”. Regalare una lezione del genere, di fronte a tanto dolore, è un qualcosa che lascia davvero senza parole.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker