Statistiche
CRONACA

LACCO AMENO Concessioni demaniali, la minoranza interroga il sindaco

Sono i consiglieri comunali di opposizione Domenico De Siano, Aniello Silvio, Antonio di Meglio e William Vespoli che, con un’interrogazione consiliare, hanno chiesto al sindaco Giacomo Pascale una serie di domande relative alle Concessioni Demaniali Marittime scadute a fine 2020. I consiglieri chiedono «se nel rilasciare proroga delle Concessioni Demaniali Marittime scadute al 30dicembre scorso, l’Ufficio Demaniale Marittimo del Comune di Lacco Ameno abbia provveduto a verificare che ci sia stata la manifestata volontà del concessionario a proseguire il rapporto confessorio in scadenza il 30 dicembre scorso». I consiglieri chiedono anche «Se si era in regola con i pagamenti degli importi dovuti a tutto il 2019 e o sono stati destinatari delle diffide emesse dall’ente per omesso versamento del canoni di concessione e o delle imposte regionali sulle concessioni demaniali, e che nel frattempo hanno provveduto a regolarizzare l’intera posizione debitoria». Ed ancora: «Se i concessionari hanno in corso procedimenti per aver realizzato innovazioni sine titulo sulle aree demaniali in concessione. Se ancora l’ufficio demanio marittimo ha provveduto all’istruttoria delle istanze presentate verificando la permanenza dei requisiti capo al concessionario». I consiglieri incalzando il sindaco Giacomo Pascale chiedono una risposta scritta anche relativamente al fatto «se si è provveduto a pubblicare all’albo pretorio del Comune le istanze pervenute al fine di sollecitare reclami ed osservazioni». Ed infine «se il provvedimento ricognitivo dell’avvenuta proroga ex lege con tre originali in bollo ( Concessionario, Agenzia delle Entrate e Comune) sia stato registrato a repertorio – registro degli atti sottoposti a registrazione con obbligo al concessionari di riconsegnare entro e non oltre i ventuno giorni dall’ emissione del provvedimento di proroga un originale con estremi della registrazione all’ufficio Demanio dell’Ente pena l’inefficacia del medesimo atto». Adesso il sindaco Giacomo Pascale ha un mese per rispondere, in forma scritta, ai quesiti posti in essere dai consiglieri comunali di opposizione.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x