Statistiche
CRONACA

Lacco Ameno, conclusa la selezione per il coordinatore del porto turistico

Pubblicati i risultati delle due prove e della valutazione dei titoli. A breve sarà ufficializzata la graduatoria definitiva

Si sono svolte nei giorni scorsi le prove per i candidati al posto di “coordinatore dei servizi di approdo turistico” a Lacco Ameno. Il Comune, nonostante il complicato braccio di ferro giudiziario col concessionario del molo, continua dunque a dar corso alle procedure in vista dell’auspicato ritorno alla gestione pubblica dell’importante infrastruttura. I tre candidati hanno sostenuto la prova pratica “in trasferta” il 22 giugno al porto di Forio, con tutta probabilità proprio perché il molo di Lacco è rimasto nelle mani del concessionario pur dopo la scadenza della concessione in virtù del provvedimento del Tar. La prova teorica era invece in programma per ieri, a partire dalle ore 16.00, nella sala consiliare di Lacco Ameno.

Foto Roberto Savio
Foto Roberto Savio

Ieri il Comune ha pubblicato i risultati delle due prove. La prova pratica si è conclusa con una votazione di 26/30 per Maria Pascale e Giuseppe Romano, e di 27/30 per Sebastiano Stajano. La prova orale invece ha visto un risultato di 27/30 per Maria Pascale, di 25/30 per Sebastiano Stajano, e di 24/30 per Giuseppe Romano. La commissione esaminatrice, infine, ha reso noti anche i risultati della valutazione dei titoli e dei curriculum: 7,75 punti per Romano, 6 punti per Sajano e 5,75 per Pascale.

Toccherà al responsabile del procedimento ratificare la graduatoria definitiva, che sarà utilizzata per l’eventuale assunzione a tempo determinato, pieno o parziale, e l’assunto sarà inquadrato nella categoria C, posizione giuridica ed economica C1. La commissione era composta dall’architetto Vincenzo D’Andrea come presidente, la dottoressa Rosaria Mattera (responsabile del Servizio Demanio del Comune di Serrara Fontana) come componente esterna, e il comandante Vitantonio Esposito, in qualità di componente esperto esterno.

Come si ricorderà, il Tar Campania Napoli aveva accolto l’istanza sospensiva degli atti di indirizzo del Comune di Lacco Ameno per la gestione diretta da parte dell’Ente dell’approdo turistico – formulata dalla società morosa Marina del Capitello s.c.a.r.l. – sino all’udienza di discussione in contradditorio dell’istanza cautelare, fissata per il 30 giugno prossimo. Ma il Comune, pur prendendo atto e conformandosi al provvedimento cautelare, ha voluto comunque procedere nella procedura selettiva in un’ottica di ottimizzazione dei tempi e in considerazione di un eventuale rigetto dell’istanza cautelare in sede di udienza di discussione in contradditorio tra le parti, che determinerebbe la necessità di attivare subito i servizi dell’approdo turistico, allo scopo di garantire, nelle more del giudizio, l’ efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa. Di conseguenza, come specifica la determina, la partecipazione alla selezione non dà alcun diritto all’assunzione, solo eventuale e comunque doverosamente subordinata all’esito dell’udienza cautelare collegiale innanzi al Tar. Le funzioni della figura del Coordinatore dei servizi dell’approdo turistico comunale rispondono ad esigenze di natura stagionale, dunque per il Comune occorre procedere con celerità a dare attuazione a quanto stabilito dall’atto deliberativo vista la stagione turistica ormai iniziata e la possibilità di dover gestire l’approdo turistico in proprio a far data dal 1° luglio 2021, tenuto anche conto della notevole importanza rappresentata dall’approdo turistico per l’economia del Comune di Lacco Ameno e per far fronte all’incremento dell’attività lavorativa determinata dal maggior afflusso di turisti nell’alta stagione ormai alle porte.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x