ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Lacco Ameno, contrordine: sospesa la selezione per l’avvocato del Comune

LACCO AMENO. Stop alla procedura di selezione per il servizio  di rappresentanza legale del Comune di Lacco Ameno. Dal servizio affari legali della Torre dell’Orologio, arriva il contrordine. Come si ricorderà, giovedì era in programma il colloquio per l’unico candidato all’affidamento del servizio legale di rappresentanza, assistenza e difesa del Comune di Lacco Ameno nei giudizi di primo e secondo grado innanzi all’autorità penale e civile (a eccezione del contenzioso in materia di codice della strada), oltre ai giudizi presso il Tar e i ricorsi al Presidente della Repubblica, nonché in materia di assistenza stragiudiziale a favore dell’ente (esclusi i giudizi innanzi al Consiglio di Stato e Corte di Cassazione). Il colloquio, previsto per le ore 16.00 di giovedì pomeriggio, non ha avuto luogo “vista la richiesta di annullamento in autotutela di cui alla nota acquisita al prot. com. n.8000 del 12.6.2018, nelle more del termine per provvedere di cui all’art. 1, comma 5, della legge 241/90 e ss.mm.ii”. In pratica, uno dei candidati (l’avvocato Sergio Trani; l’altro era il collega Francesco Maddaluno) esclusi per via di alcune omissioni documentali che andavano allegate alla domanda, ha contestato tale decisione. Ora la palla passa al responsabile del procedimento, che dovrà riconsiderare le “scartoffie” e, nel caso, ammettere anche il ricorrente al colloquio. L’avvocato Nicola Patalano era risultato l’unico ad aver presentato ogni elemento per la valutazione della candidatura in conformità dell’avviso pubblico di gara. L’affidamento prevede la stipula di un contratto della durata di due anni, con la possibilità di proroga per un ulteriore biennio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close