ARCHIVIO 5POLITICA

Lacco Ameno, domani torna il Consiglio comunale

Domani 11 marzo torna il consiglio comunale a Lacco Ameno. La seduta, convocata in via straordinaria per le ore 10:30 (e in seconda convocazione per lunedì 13 alla stessa ora), vedrà il civico consesso discutere su due punti all’ordine del giorno. Il primo, ai sensi dell’articolo 194 del Testo Unico degli enti locali, consisterà nel riconoscimento della lista di debiti fuori bilancio. Il secondo riguarda invece la proposta progettuale  “Il Paesaggio sublime: tra Angeli e Dei”, recentemente ammessa ai finanziamenti disposti dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Come si ricorderà, tale progetto coinvolge 17 comuni diversi, tra i quali quelli della nostra isola, dispiegandosi in ambiti territoriali caratterizzati da una precisa identità storico-culturale lungo varie direttrici.  Il progetto punta in particolare “ad apportare migliorie su sentieri (segnaletica, aree di ristoro, livellamenti, etc) e sui beni culturali (manutenzione, restauro, riqualificazione) per un totale di 12.000.000 euro (di cui 9,6 milioni saranno impiegati per le infrastrutture)”. I Comuni interessati costituiranno una Ats (Associazione Temporanea di Scopo) firmando, dopo il 17 marzo, una convenzione per accedere ai fondi. Gli interventi sui punti di interesse dovranno essere effettuati, sotto il controllo di un ufficio ad hoc, entro dieci mesi. Ischia è inserita nel sentiero degli Dei (dai Monti Lattari lungo la costiera Amalfitano-Sorrentina toccando le isole), gli altri sentieri sono quello della Dea Minerva (percorso pedemontano della Penisola sorrentina fino al tempio in Massa Lubrense) e il Cammino dell’Arcangelo, lungo la via Micaelica. Il Consiglio di Lacco Ameno è dunque chiamato ad approvare lo schema di Convenzione tra Comuni, ai sensi dell’articolo 30 del Testo unico degli enti locali, che sarà denominato “Ats Terra Protetta”. L’amministrazione punta a rilanciare il triangolo di siti d’interesse storico, archeologico e culturale costituito da Villa Arbusto, gli scavi di Piazza Santa Restituta e dalla località Mazzola, per i quali è stata predisposta anche la divisione in stralci a lotti funzionali, per permettere, se i finanziamenti non dovessero coprire il progetto complessivo, anche la realizzazione di singole parti, coincidenti con ciascuno dei tre siti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker