ARCHIVIOPOLITICA

Lacco Ameno, il project financing di Perrella all’esame della Giunta

Di Francesco FerrandinoLACCO AMENO.

Dopo il consiglio comunale tenutosi giovedì, ieri a Lacco Ameno nuova riunione di giunta. Fra i principali argomenti di discussione, la proposta di project financing riguardante il porto. Tra l’altro l’attuale concessionario della struttura, e promotore di tale proposta, Giuseppe Perrella, era stato convocato in Comune subito dopo il civico consesso dall’apposita Commissione, formata dall’ing. Grasso (responsabile dell’UTC), dall’avvocato Salvatore Conte e dalla dott.ssa Marcella Montesano, Segretaria Generale del Comune di Lacco Ameno da un mese esatto, per rendere chiarimenti su alcuni aspetti del progetto, che con ogni probabilità verrà dichiarato di pubblico interesse. A tenere banco, nel paese del Fungo, anche i possibili orientamenti dell’amministrazione circa l’investitura del ruolo di dirigente del settore finanziario, che risulta “scoperto” da lunedì 2 novembre, cioè da quando il dott. Oscar Rumolo, finora responsabile dell’area, è stato trasferito in Regione presso la Commissione per la Terra dei Fuochi, un trasferimento di cui si è molto discusso negli ultimi due mesi e che ha dato adito a varie interpretazioni, non ultima quella di una ridotta armonia tra alcune storiche figure-chiave dell’amministrazione. Manca solo l’ufficialità: per sostituire Rumolo l’amministrazione ha pensato alla dottoressa Maria Muggione, assistente sociale già in forza al Comune di Lacco Ameno, distaccata presso l’Ufficio di Piano dell’ente. Nonostante si attenda ancora il formale decreto da parte dell’amministrazione, la decisione incontra forti perplessità tra le file dell’opposizione. Carmine Monti, leader della minoranza, non esita a definire “scellerata” tale mossa: «L’Amministrazione – afferma – ha lasciato che il responsabile finanziario venisse dislocato alla regione Campania, senza che contestualmente fosse designato un adeguato sostituto. Sembra ormai quasi certo che il sindaco voglia conferire tale ruolo a Maria Muggione. Per noi si tratta di una decisione assurda: quali competenze tecniche ha la signora Muggione per ricoprire il complicatissimo ruolo di responsabile dell’area finanziaria? Sappiamo che la dottoressa si occupa di servizi sociali e di certo non se ne discute la specifica professionalità, ma occuparsi dei gravissimi problemi finanziari che il paese sta affrontando, in fase di dissesto, è qualcosa di totalmente diverso. Il comune non può permettersi di mantenere “scoperto” un settore così strategico». L’opposizione ha un nome da proporre in alternativa per coprire tale ruolo? «Guardi, all’interno della pianta organica del comune non vedo competenze adatte. In via del tutto teorica, il Comandante dei Vigili potrebbe astrattamente assumere quel ruolo dirigenziale, ma non credo che egli accetterebbe tale investitura, in un momento così difficile per le disastrose finanze comunali. Anzi, le dirò di più: stando a un’altra indiscrezione, foriera se possibile di ulteriori perplessità, sembrerebbe che il decreto in preparazione per la nomina della dott.ssa Muggione preveda anche la corresponsione di un’indennità, cosa che, come è noto, non veniva corrisposta né a Rumolo né al Comandante dei Vigili. Ecco, in un momento del genere, sarebbe l’ennesima decisione incomprensibile, oltre che inaccettabile». Se, come sembra, tali determinazioni assumeranno il carattere dell’ufficialità, come si muoverà l’opposizione? «Il gruppo di minoranza effettuerà un controllo approfondito circa l’idoneità della Dott.ssa Muggione per il ruolo di responsabile finanziario. Sottoporremo tutte le perplessità che le ho illustrato anche al Segretario Comunale, oltre che agli altri organi competenti».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex