SPORT

LACCO AMENO, LAURO: «Meritavamo la vittoria»

L’isolano non ha dubbi: «Abbiamo dato il tutto per tutto, ma la palla non ne voleva sapere di entrare in porta»

Un due a due, quello della scorsa settimana che fa sorridere soprattutto il Plajanum. Il Lacco ameno invece subisce lo stop con non poco rimpianto.

Di questo e altro ne abbiamo parlato con i due giocatori delle entrambi squadre.

Partiamo da Lauro del Lacco Ameno.

Dal punto di vista della prestazione non c’è molto da lamentarsi, da quello del risultato forse si, vi aspettavate qualcosina di più?

«Sapevamo che era una partita molto difficile, chi si doveva giocare la partita eravamo noi. Purtroppo il primo tempo è andata male, nel secondo tempo si sono viste le immagini. Abbiamo dato il tutto per tutto, ma la palla alla fine non en voleva sapere di entrare in porta»

Ads

Qualcuno ha detto che se si fosse provato con le mani, nemmeno così quella palla sarebbe entrata in porta…

Ads

«Sicuramente, potevamo fare di tutto e giocare all’infinito quella partita ma non era la nostra giornata».

Tanti legni colpiti dal Lacco Ameno che se da un lato fanno arrabbiare dall’altro comunque vi confortano sulla bontà del lavoro che state facendo…

«Assolutamente. Abbiamo creato tantissimo quindi già questo ci riempie di orgoglio perché tutto il lavoro della settimana si sta vedendo».

Secondo te, vista anche la partita tra le due contendenti al trono chi riuscirà alla fine a vincere il campionato?

«Attualmente secondo me l’Ischia, perché comunque abbiamo visto che il pianura è venuto meno nel girone di andata, l’Ischia se la può giocare fino alla fine e può andare molto più lontano».

Dall’altro lato invece Manco.

Per come era iniziata la partita, il risultato alla fine sembra essere positivo per il Plajanum…

«Molto positivo. Il primo tempo ce lo siamo giocato ad armi pari, siamo stati fortunati sul 2-1 con un autorete però poi il secondo tempo abbiamo visto che la squadra avversaria ci ha messo sotti e hanno avuto più di un’occasione per passare in vantaggio, però noi siamo stati bravi. A noi in questo momento serviva un po’ di fortuna perché nelle ultime partite ce ne è mancata tanta. Abbiamo stretto i denti e con un po’ di fortuna siamo riusciti a portare il risultato a casa che per noi è fondamentale per muovere la nostra classifica.

La sensazione è che in questo girone la lotta per non retrocedere durerà fino alla fine…

«Sicuramente sarà una lotta fino alle ultime due giornate. Noi dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a cercare di far risultato in casa e fuori casa».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button