CRONACA

LACCO AMENO Pini a rischio, arrivano le ordinanze di abbattimento

Il meteo autunnale fa alzare la soglia d’attenzione verso i pericoli connessi. A Lacco Ameno il sindaco ha emesso due ordinanze contigibili e urgenti con cui ha stabilito l’abbattimento di quattro alberi, tre in via Rosario e una sulla via provinciale Lacco-Fango, per evitare pericoli alla pubblica e privata incolumità. In entrambi i casi la perizia asseverata è stata sottoscritta dal dottor agronomo Francesco Mattera. In via Rosario i tre pini domestici sono risultati versare in condizioni di precaria stabilità, coi pericoli conseguenti, visto che uno di essi è proiettato in caduta verso la strada, un secondo albero risulta completamente disseccato, e il terzo incombe in precario equilibrio su una delle vicine abitazioni e sul giardino circostante. Gli esemplari non possono essere oggetto di interventi di natura conservativa efficaci e duratori, e quindi non resta altra via che l’abbattimento e la successiva sostituzione con altre piante. Anche il pino sulla via Provinciale Lacco-Fango, benché mostri una condizione vegetativa discreta, è a rischio vista la presenza di un parassita e la dannosità manifestatasi in maniera severa soprattutto nei confronti del muro di contenimento con la strada provinciale, che sotto l’avanzare delle radici ha subìto disconnessioni nella banchina marciapiede e nel manto stradale. Non si esclude la possibilità di cedimento per ribaltamento della ceppaia e il conseguente crollo sulla strada pubblica. Di conseguenza il sindaco ha ordinato in entrambi i casi ai titolari delle proprietà dove si trovano le piante, di procedere all’immediato abbattimento, con le necessarie precauzione, e la sostituzione delle piante con la messa a dimora di altre analoghe, di idonee dimensioni.

Articoli Correlati

Un commento

  1. a lacco ameno si abbattono pini secolari e pieni di vita con tanto di autorizzazione da parte delle autorita locali per mettere in sicurezze e salvaguardare case abusive–poi diciamo che la natura si rivolge contro di noi-

Rispondi

Back to top button