Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Lacco Ameno, ecco il poker di assunzioni “d’emergenza”

LACCO AMENO.  Il Comune di Lacco Ameno cala il poker. Si è infatti conclusa la procedura di selezione per quattro nuove unità che coadiuveranno l’attività degli uffici municipali nel fronteggiare l’emergenza-sisma. La selezione è avvenuta tramite valutazione di titoli e di un colloquio, svoltosi martedì scorso presso la sede comunale.  Per quanto riguarda la figura di Responsabile del paesaggio presso il servizio tecnico, il primo nella graduatoria è risultato l’architetto Vincenzo D’Andrea con un notevole punteggio conseguito grazie all’alta valutazione dei titoli professionali e nel colloquio. Il posto di Responsabile degli affari legali sarà assegnato all’avvocato Lucrezia Galano, che ha largamente preceduto in graduatoria gli altri otto candidati (ritenuti comunque astrattamente idonei).  Per la figura di responsabile dell’ufficio tributi presso il servizio finanziario la selezione è stata più serrata, con il dottor Salvatore Mele che precede per meno di due punti la seconda in graduatoria: i dieci idonei sono tutti raccolti nello spazio di nove punti. Infine, a chiudere il “poker” d’assunzioni, Domenico Barbieri è stato individuato come Responsabile dell’Ufficio Ragioneria.  La legge di bilancio 2018 emanata nel dicembre scorso, all’articolo 1 comma 752 ha espressamente previsto che “per assicurare la funzionalità degli uffici impegnati nelle attività connesse alla ricostruzione, i Comuni di Lacco Ameno e Casamicciola Terme possono assumere personale rispettivamente nel limite di quattro e sei unità, con contratti di lavoro a tempo determinato della durata non superiore a quella della vigenza dello stato d’emergenza e comunque nei limiti temporali di cui all’articolo 19 del decreto legislativo 15 giugno 2015”.  Si tratta di una deroga ai vincoli  vigenti per gli enti locali, che autorizza il Comune ad assumere nuove unità di personale oltre quelle che sono le proprie capacità assunzionali.  Gli incarichi sono di natura fiduciaria, assegnati ai sensi dell’articolo 110 del Testo unico degli enti locali, relativo agli incarichi a contratto.  A livello di trattamento economico-previdenziale, il soggetto incaricato avrà diritto alla retribuzione onnicomprensiva prevista dai vigenti contratti collettivi nazionali di lavoro per il comparto Regioni ed Enti locali per la categoria giuridica di inquadramento D1, e a ogni altro emolumento economico previsto dalle normative in vigore.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x