Statistiche
CRONACA

Lacco Ameno, prorogata la chiusura del Municipio

La chiusura al pubblico del Municipio di Lacco Ameno è stata prorogata fino a venerdì 29 ottobre. Lo ha stabilito con apposita ordinanza il sindaco Giacomo Pascale, ordinanza che ha fatto seguito a quella che aveva deciso una chiusura per la sola giornata di lunedì. I due provvedimenti sono comunque originati dalla riscontrata positività al covid-19 di un dipendente, circostanza che aveva anche indotto a celebrare il consiglio comunale da remoto, evitando la presenza nei locali del municipio.

Subito era scattato lo screening precauzionale coi test rapidi, che non hanno rilevato altri casi, e poi i tamponi molecolari, mentre la Casa comunale è stata sanificata. Tuttavia in via precauzionale è stata ravvisata la necessità di dover comunque provvedere immediatamente ad adottare ogni provvedimento necessario, anche per evitare probabili ulteriori contagi tra i dipendenti comunali, compresi gli amministratori, e gli utenti e cittadini del Comune. Di qui la decisione di di disporre la proroga della chiusura al pubblico degli uffici comunali, adottando nel contempo le misure organizzative al fine di garantire comunque lo svolgimento dei servizi pubblici essenziali. Si è proceduto all’organizzazione delle attività sulla base delle disposizioni normative vigenti, ed individuando le attività indifferibili da rendere in presenza con l’organizzazione di turni tra dipendenti non in isolamento. La proroga durerà dunque sino a venerdì 29 ottobre o comunque fino a nuove disposizioni, nelle more delle nuove ulteriori indagini epidemiologiche. Il sindaco ha quindi deciso di istituire la prestazione di lavoro agile per tutti i dipendenti del Comune con alcune prescrizioni ed eccezioni: i dipendenti dell’Ufficio di Polizia Municipale, che non hanno avuto alcun contatto con il dipendente positivo al Covid 19, continueranno a lavorare in presenza; i dipendenti dell’Ufficio Anagrafe e di Stato Civile si organizzeranno al fine di garantire i servizi pubblici essenziali fondamentali ed indifferibili in presenza. Inoltre, i responsabili di settore potranno continuare a svolgere le loro mansioni in presenza in numero di un responsabile in ciascun ufficio. Gli altri dipendenti non rientranti nelle categorie citate, lavoreranno in maniera agile, cioè da remoto, garantendo, con procedure telematiche disponibili sul sito istituzionale del Comune i servizi ai cittadini, i quali potranno procedere alla presentazione di atti al protocollo comunale o direttamente agli uffici solo ed esclusivamente per via telematica agli indirizzi mail e Pec. L’accesso agli uffici comunali potrà avvenire solo previa autorizzazione del responsabile del servizio o del procedimento a seguito di appuntamento telefonico e solo per attività che non possano essere risolte telefonicamente o a mezzo posta elettronica e per le quali è strettamente necessaria la presenza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x