ARCHIVIOARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Lacco Ameno e Roccapiemonte, gemellaggio tra scuole nel segno della musica e della solidarietà

Gianluca Castagna |  Lacco Ameno Valorizzare la ricchezza delle differenze attraverso un confronto diretto tra gli studenti, rendendoli protagonisti di un percorso di scambio, crescita e arricchimento reciproco. Scoprire dai coetanei storie, tradizioni, culture e paesaggi differenti anche quando non lontanissimi. Trasmettere i valori dell’amicizia, dello studio e dell’incontro nel segno della solidarietà e della musica.

Si è celebrato qualche giorno fa a Villa Arbusto, sede del Museo Archeologico Pithecusae e dell’indirizzo musicale dell’IC “V. Mennella”, un gemellaggio tra la scuola di Lacco Ameno e l’IC “Mons. Vassalluzzo” di Roccapiemonte, in provincia di Salerno. Esistono molteplici esempi di buone pratiche nell’ambito del gemellaggio tra piccoli comuni e realtà scolastiche, pratiche che riguardano una grande varietà di temi: l’arte e la cultura, i giovani, la cittadinanza, lo sviluppo sostenibile, i servizi pubblici locali, lo sviluppo economico locale, l’inclusione sociale, la solidarietà.
Proprio quest’ultimo punto è stato decisivo per stringere l’alleanza: i giovani alunni dell’I.C. Mons. Vassalluzzo di Roccapiemonte hanno infatti aderito all’iniziativa che la Regione Campania ha voluto mettere in campo per favorire l’economia turistica dei territori colpiti dal terremoto, un’economia che affronta la nuova stagione tutta in salita.
A Palazzo Santa Lucia infatti hanno deciso di concedere una corsia preferenziale nei contributi che saranno erogati alle gite scolastiche che tra le loro mete avranno l’isola d’Ischia e, più in generale, i paesi terremotati. L’assegnazione delle risorse viene infatti concessa quando il viaggio di istruzione prevede almeno due pernottamenti in qualsiasi dei sei Comuni dell’isola verde, non solo quelli colpiti dal drammatico sisma del 21 agosto.

E’ il caso dell’IC “Vassalluzzo” di Roccapiemonte, che ha scelto proprio Casamicciola, e l’Hotel Stella Maris, per pernottare durante i tre giorni di viaggio.
«In realtà questo gemellaggio ha radici più antiche», spiega la Dirigente scolastica del “Vincenzo Mennella Assunta Barbieri. «Nasce infatti da un’amicizia con la preside della scuola di Roccapiemonte, prof.ssa Anna De Simone. Siamo diventate dirigenti insieme, firmato il contratto lo stesso giorno, avevamo avuto precedenti esperienze di studio e di battaglie in comune per questo concorso, insomma abbiamo inseguito e realizzato insieme un sogno. Ci eravamo ripromesse perciò un gemellaggio tra le scuole che avremmo diretto. L’occasione si presentata per un evento drammatico che ha coinvolto l’isola d’Ischia, il terremoto del 21 agosto, ma che siamo riuscite a ribaltare in positivo all’insegna dell’amicizia tra due scuole, due comuni e soprattutto due scolaresche, entrambe con indirizzo musicale».
Nell’incontro a Villa Arbusto che ha segnato il termine del viaggio d’istruzione, gli studenti di entrambe le scuole si sono riuniti in un’unica grande orchestra, per un momento musicale (molto apprezzato dai turisti in visita al complesso museale) che ha spaziato dall’ Ouverture del “Barbiere di Siviglia” di Rossini allo struggente Intermezzo Sinfonico dalla “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, dall’Inno nazionale a uno dei canti più amati nelle liturgie delle chiese afro-americane, “Amazing grace”.

Una prova generale di un progetto che le due presidi hanno intenzione di portare avanti: “Insieme si può”. Il primo step è un protocollo d’intesa per una serie di concerti che le orchestre delle scuole di Roccapiemonte e Lacco Ameno potranno tenere nei siti archeologici più belli e prestigiosi della Campania, da Pompei a Paestum, da Ercolano al Parco archeologico dei Campi Flegrei.
Il suggestivo chiostro di Villa Arbusto ha poi fatto da cornice a un laboratorio speciale: quello di scrittura creativa sul tema “Il viaggio e la Coppa di Nestore”, che ha coinvolto gli alunni della classe I B della secondaria di primo grado di Lacco Ameno insieme a cinquantasette ragazzi della scuola dell’Agro Nocerino Sarnese. Un momento più istituzionale ha poi coinvolto i sindaci delle due località, Carmine Pagano e Giacomo Pascale, gli assessori all’Istruzione e i docenti delle scuole che, oltre ai ringraziamenti, allo scambio di doni e all’invito di visitare al più presto la cittadina di Roccapiemonte, hanno rimarcato l’importanza dei gemellaggi tra le istituzioni di un territorio nei quali sono proprio i piccoli Comuni a costituire un patrimonio di diversità e ricchezze naturali e culturali, utile per ripensare uno sviluppo economico e occupazionale di qualità e per rinnovare la nostra coesione sociale.

Alla fine della mattinata, ci si è salutati con la volontà di proseguire nella collaborazione fra i due Comuni e le rispettive scuole, nell’intento di promuovere nuove iniziative di incontro ed interscambio delle proprie peculiarità culturali e territoriali.

Ads

 

Ads

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex