Statistiche
CRONACA

Lacco Ameno, si punta alla riapertura del Campo sportivo

Ieri mattina riunione per fare il punto circa l’ottenimento delle certificazioni atte a consentire l’utilizzabilità della struttura per l’attività sportiva dei giovanissimi

Riaprire il campo sportivo di Lacco Ameno. Questa la parola d’ordine di una riunione svoltasi ieri mattina e presieduta dal neosindaco Giacomo Pascale. La struttura in questione risultava inagibile da vari anni, e fu proprio il primo cittadino ad assumersi personalmente la responsabilità di riaprirla per consentire l’attività sportiva dei giovani. Una responsabilità che il sub commissario non volle confermare, tenendo chiuso il campo.

La riapertura definitiva dipende infatti dal riconoscimento di agibilità, che a sua volta presuppone l’ottenimento di una serie di documentazioni e certificati. Alla riunione, con tutti i consiglieri neoeletti presenti, ha partecipato anche Alessandro Capuano, allenatore della squadra calcio di Lacco Ameno. Per dirla in sintesi, sono emerse due diverse esigenze: una a breve termine, costituita dall’obiettivo di una celere riapertura per consentire almeno una certa attività sportivo-ricreativa ai bambini in sicurezza, e per questo è necessario ottenere il collaudo statico alle torri dei fari, alle tribune, alle coperture, agli spogliatoi, le prove di carico per coperture, tribune e barriere di protezione, il certificato di conformità degli impianti e della messa a terra, il parere di conformità dei Vigili del Fuoco e infine il via libera della commissione pubblici spettacoli. Per l’ottenimento di questa documentazione si dovrà affidare apposito incarico. Il costo stimato è di 10-15mila euro.

Somme che verosimilmente richiederanno una variazione di bilancio, non previste dal commissario prefettizio. Pascale ha interesse a definire in tempi brevi la questione, per poi affrontare i problemi della scuola, del dopo-terremoto e della zona 167. A medio termine, si vuole invece proseguire sulla strada già tracciata prima del commissariamento, grazie al finanziamento di 480mila euro ottenuto dalla Città Metropolitana per un intervento più radicale diretto a risolvere definitivamente le criticità che ostano all’agibilità del campo sportivo. Tra alcuni mesi, forse a gennaio, dovrebbe essere già pronto il progetto esecutivo, e a fine campionato potrebbero partire i lavori, previo accordo con la squadra di calcio.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x