Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

L’accusa choc di Salvatore Lauro: «Residenze provvisorie usate per la campagna elettorale»

Giusta o sbagliata che sia, la polemica c’è stata ed allora io non posso che partire da una domanda chiara e netta. A partire da oggi mi presenterò in biglietteria per acquistare il mio biglietto residente e lo farò dieci minuti prima della partenza dell’aliscafo. Il tagliando mi sarà venduto ugualmente oppure no?

«Certo, ci mancherebbe altro. Ma che scherziamo, dico?».

E quindi cosa è accaduto?

«Non è cambiato assolutamente nulla».

E tutto questo trambusto allora?

Ads

«Ribadisco, non è cambiato nulla. O meglio, l’unica cosa da sottolineare è che presteremo maggiore alle truffe. E mi spiego meglio…».

Ads

Prego, direi che è decisamente il caso.

«Partiamo da un presupposto, che spesso viene ignorato. Il biglietto è un titolo di viaggio da intendersi come personale, dunque non cedibile a terzi. Ci siamo però accorti che nonostante i nostri sistemi spesso il tagliando passa comunque di mano».

Ma abbia pazienza, come fa a succedere. Io faccio il biglietto esibendo il mio documento in biglietteria, e poi faccio altrettanto anche sulla scala d’imbarco al marinaio. Cioè, come si concretizza la truffa?

«Ti spiego. Spesso sul biglietto magari non scrivono Gaetano Ferrandino ma alle volte solo il nome o magari solo il cognome. Ora per bigliettaie saranno richiesti altri dati, e questo comporterà che ci vorranno ulteriori venti secondi prima di poter emettere un tagliando. Ma questo breve arco di tempo renderà assolutamente chiara chi è la persona che acquista e si imbarca».

Quindi nessun obbligo di recarsi in biglietteria trenta minuti prima di ogni partenza.

«Assolutamente no, lo ribadisco. Questo avviso è stato affisso da un componente della cooperativa Agorà, che gestisce il nostro servizio di biglietterie e ti spiego anche il perché: teme che la nuova procedura dai tempi più complessi possa indurre l’utenza a rivolgersi ai canali telematici per acquistare il tagliando. La Resident Card varata dalla nostra società potrebbe mettere in condizione in tanti di non passare più in biglietteria: insomma, adesso il biglietto lo fai da casa e poi vai comodamente a bordo. Forse il bigliettaio, un po’ preoccupato, si sarà chiesto: e io che fine faccio, adesso?».

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex