INCHIESTEPRIMO PIANO

L’Agenzia Regionale: a Ischia cresce il numero di turisti stranieri

La conferma arriva direttamente dal presidente Luigi Raia, i dati sono relativi agli anni passati, quelli relativi al 2019 sono ancora parziali ma il trend appare in tutta la sua evidenza

“Nel corso dell’anno appena concluso è aumentato il numero di turisti stranieri che hanno soggiornato sull’isola di Ischia rispetto a quelli italiani”. A dirlo il presidente dell’Agenzia Regionale per il Turismo Luigi Raia. I dati relativi alla presenza a Ischia nel corso del 2019 sono ancora parziali ed in corso di elaborazione, ma delineano un quadro chiaro: sempre più stranieri scelgono di venire in vacanza sull’isola verde. Non è semplice capire i motivi che hanno portato ad un decremento della presenza di italiani sull’isola e ad un incremento degli stranieri. Possiamo, però, fare delle ipotesi. Meno italiani potrebbero essere sbarcati sull’isola dopo la cattiva pubblicità ricevuta in seguito al sisma del 2017 che ha rappresentato Ischia come un’isola abusiva. Oppure i motivi potrebbero essere ricercati nel fatto che negli ultimi anni Ischia è diventata sempre di più un’isola low cost, ad esempio.

Ma guardando l’altro lato della medaglia l’incremento dei turisti stranieri potrebbe essere legato allo sbarco sull’isola di alcuni gruppi internazionali come ad esempio il gruppo Pellicano che ha acquisito l’hotel Mezzatorre ed ospita perlopiù turisti stranieri. Da non sottovalutare anche il successo dei romanzi e della serie televisiva de ‘L’Amica Geniale’ che Oltreoceano sono dei veri e propri must. I romanzi di Elena Ferrante, infatti, hanno avuto un grandissimo successo in molti paesi del mondo. Attualmente è la saga più tradotta all’estero. La storia è quella di due bambine napoletane Elena (Lenù) e Raffaella (Lila) nate nel dopoguerra. I romanzi raccontano quasi 60 anni di storia e sono uno spiccato ritratto della società italiana del Novecento. Dal successo di Elena Ferrante sono nati dei veri e propri itinerari letterari nel corso dei quali i turisti cono condotta in un viaggio prima di tutto emotivo, che ripercorre le tappe dell’amicizia tra le due protagoniste, Lila e Lenù, la loro vita di bambine e adolescenti. Ed in questi tour, ovviamente, non manca l’isola di Ischia.

Presenze sull’isola di Ischia nel 2018

LUIGI RAIA

Diversa, invece, la situazione la relativa all’anno 2018. In questo caso i dati sono definitivi e segnano un incremento delle presenze di turisti sia di nazionalità italiana che straniera. D’altronde l’anno prima ha fatto storia a sé. Fino al 21 agosto 2017, giorno in cui si è registrato il sisma, il turismo stava andando a gonfie vele, poi il terremoto ha mandato all’aria un’intera stagione. Nel 2018, in ogni caso, i numeri sono stati positivi.  Sono state registrate, infatti, oltre 3milioni (per la precisione 3.257.787) di presenze negli alberghi dell’isola di Ischia con una variazione in positivo di circa il 10%. Per ciò che riguarda le strutture extralberghiere (bed and breakfast, guest house, affittacamere, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, residence, ostelli, locande, agriturismi e case per ferie) sono state registrate oltre 55mila presenze (55.455 per la precisione) con un incremento pari al 16,69% rispetto all’anno precedente. “Per ciò che riguarda l’Agenzia – ha spiegato il direttore dell’Agenzia Regionale per il Turismo della Regione Campania, Luigi Raia – continuiamo il nostro percorso di promozione dell’isola di Ischia con fondi regionali della Campania. Continueremo ad investire sull’isola attraverso le fiere che favoriscono la promozione del turismo della Campania. Non a caso per la prossima Fiera del Turismo in programma a Berlino dal 4 all’8 marzo, ci sarà uno spazio anche per Ischia che sarà al centro dello stand della Campania con le sue bellezze e peculiarità”. “D’Altronde – ha detto ancora Raia – i tedeschi sono molto legati all’isola verde e per questo abbiamo deciso, anche per quest’anno, di riporre un pranzo realizzato da uno chef ischitano con i prodotti dell’isola”. L’Agenzia, inoltre, nell’ambito delle azioni di valorizzazione turistica del patrimonio culturale campano è stata delegata alla rendicontazione dei progetti nell’ambito del Programma operativo complementare (Poc), destinati alle politiche per il turismo e la cultura. Fondi arrivati sull’isola attraverso i progetti presentati dalle amministrazioni comunali di Ischia (“Festa a mare agli scogli di Sant’Anna”), Serrara Fontana (“Dal Monte Epomeo al borgo marinaro di Sant’Angelo”), Lacco Ameno (Incontri nel verde…inseguendo le tracce del passato”) e Forio (“Note di Natale sotto l’albero ed. 2019/2020”). 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close