CRONACA

L’ALLARME Cretaio, nessuno rimuove la “discarica” di eternit

Non c’è pace per il territorio ischitano, martoriato da incivili che scambiano i polmoni verdi dell’isola per delle discariche a cielo aperto. Indolenza e maleducazione e un vero e proprio disinteresse per il proprio territorio diffondono situazioni di assoluto degrado.

“A distanza di mesi dalla nostra segnalazione ai Carabinieri – segnalano i Verdi – di una pericolosa discarica a cielo aperto nel bosco del Cretaio, nulla è stato fatto per la pulizia e la bonifica dell’area. Lo scorso 2 ottobre scoprimmo una pericolosa discarica di manufatti in eternit danneggiato, elettrodomestici, asfalto, rifiuti di ogni genere e perfino uno scooter abbandonato. Gli stessi militari dell’Arma, intervenuti in seguito alla nostra segnalazione, rimasero sconvolti per il quantitativo di rifiuti presenti nell’area boschiva, che rappresenta per l’isola un vero patrimonio. Vennero contattati dai Carabinieri anche la polizia municipale del comune di Barano d’Ischia e Casamicciola Terme, che si portarono sul posto. A distanza di mesi non è stata restituita dignità al territorio che i tanti cialtroni, senza un briciolo di dignità e rispetto per la nostra terra hanno ridotto a un vero immondezzaio. Chiediamo al comune di competenza territoriale di procedere all’immediata messa in sicurezza e bonifica dell’area. Chiediamo, inoltre, a tutte le amministrazioni dell’isola d’Ischia di tutelare il nostro patrimonio boschivo con l’ausilio di telecamere, foto trappole e droni. Vigileremo – concludono i Verdi con la referente isolana Maria Rosaria Urraro – affinché l’area boschiva del Cretaio venga ripulita e saremo pronti a presentare una denuncia alla Procura della Repubblica di Napoli nel caso in cui anche questa volta non venga fatto niente”.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Chiediamo, chiediamo un intervento delle autorità? Ci vuole solo un miracolo. Però ogni tanto i miracoli avvengono. Infatti ne è avvenuto uno a spese mie. Come? Semplice, basta stare sulle palle a qualcuno che subito questo qualcuno avvisa un’autorità che interviene bussandomi alla porta per dire che una fogliolina che non sta al posto giusto rovina un patrimonio di Ischia e che se non intervengo immediatamente prendo una bella e salata multa. Così io subito ho risolto il problema di quella fogliolina che per una vita è stata sempre al suo posto pagando di tasca mia una bella cifra.

Rispondi

Back to top button