Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

L’allerta fa cilecca, scuole chiuse col sole

ISCHIA. Il meteo si fa beffe delle previsioni umane, e le scuole dell’isola sono rimaste chiuse per quello che, col senno di poi, è stato giudicato un eccesso di prudenza. A molti è sembrato un ritorno ad alcuni decenni addietro, quando le serate televisive degli italiani vedevano la costante presenza del Colonnello Bernacca ad illustrare le previsioni meteorologiche per il giorno dopo o per l’imminente weekend di turno: ma le imprecisioni dell’epoca resero il pur popolarissimo Colonnello facile bersaglio delle ironie di chi, confidando nell’annunciata giornata di sole, era invece rimasto sorpreso dalla pioggia battente, o viceversa. L’allerta meteo diramata nella serata di lunedì ha avuto, com’è noto, il primo effetto di convincere i sindaci a concordare per tempo la chiusura degli edifici scolastici per ieri mattina, cosa che la sera stessa era stata accolta con giubilo da centinaia di studenti e con qualche ironico mugugno da parte di tantissimi genitori, costretti a cercare soluzioni alternative per badare ai figli più piccoli, una volta venuta meno la frequenza delle aule. Mugugni che ieri mattina si sono tramuti in vivaci espressioni di disappunto (a voler essere eufemistici) quando la giornata si è presentata assolutamente estranea a ogni tipo di allarme meteorologico. E com’era prevedibile sono subito scattate le critiche verso l’allerta clamorosamente smentita dal clima, spingendo alcuni addirittura a domandarsi a cosa servano le stazioni deputate a tali previsioni, difese invece da altri che reputano comprensibile qualche pur plateale defaillance come quella di ieri. Fatto sta che, dopo le tante polemiche di qualche settimana fa per il mancato coordinamento tra le amministrazioni isolane in presenza di allarmi meteorologici, stavolta la perfetta concertazione tra i sindaci, che hanno disposto la chiusura degli istituti ma anche di cimiteri e pinete, è risultata perfettamente inutile. Critiche anche da alcuni insegnanti, che si sono visti scombussolare i programmi scolastici e che paventano ripercussioni sul seguito del quadrimestre. In generale, la “disavventura” di ieri ha comunque portato l’intera  comunità isolana a interrogarsi sul difficile dilemma tra sicurezza ed eccesso di protezione, che in casi del genere, complice il sistema di previsioni meteo, diventa un vero terno al lotto. Con ogni probabilità la “prudenza” che gli amministratori impiegano di fronte a determinate, possibili condizioni meteo è il prodotto oltre che di una mutata sensibilità anche di episodi che negli anni hanno colpito il territorio, e che, fatalmente, talvolta può apparire esageratamente sproporzionata rispetto alla situazione reale. E siamo soltanto in autunno.. Intanto nel tardo pomeriggio di ieri il sindaco di Casamicciola ha diramato un nuovo avviso d’allerta alla cittadinanza, sulla falsariga di analogo provvedimento della Protezione civile, valido dalle 17 fino alle 5.00 di stamane.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex