CRONACAPRIMO PIANO

L’amarezza di Sironi: «Il Telese? Un’eccellenza che plasma talenti, ma è senza aule»

L’istituto è costretto ad una organizzazione oraria complessa con ingresso alle 8,10, uscita alle 14,50, doppi turni e rotazione. Mancano spazi, una situazione che si trascina da anni e non pare trovare soluzione da anni e che non pare trovare soluzione

A Ischia si mangia divinamente, si viene serviti da re ed è possibile assaporare vini e cocktail di altissimo livello. Merito di anni di esperienza sul campo e prima ancora di una formazione d’eccellenza che forma ragazzi pronti a entrare nel mondo del lavoro dell’ospitalità al massimo delle proprie capacità.

Il preside Sironi del Telese ricorda come a Ischia sia facile trovare eccellenze che ci invidiano tutto il mondo. “Nella Guida dei Ristoranti Espresso 2020 c’è un elenco importante di chef isolani : Nino Di Costanzo (Danì Maison) , Pasquale Palamaro (Indaco), Michelangelo Iacono (il Monastero), Ciro Calise (la Lampara), Gianluca D’Ambra (Giardini Eden), Enzo David(Il Mosaico) , Umberto Mattera (Umberto a mare), Kisung Park (zì Nannina a mare). A questi si aggiunge lo chef Andrea Migliaccio, ischitano, ma ai fornelli de l’Olivo di Capri. Le eccellenze di Ischia e Procida in giro per il mondo sono tante : di recente abbiamo appreso tutti con soddisfazione che Agostino Schiavo trapiantato a Londra, è stato individuato tre i 30 migliori bartender all’estero.

“Un legittimo moto d’orgoglio – ha ricordato il preside con soddisfazione – ha scosso i docenti dell’Istituto Telese: molte di queste eccellenze sono stati alunni ed alunne della nostra scuola. Sicuramente i livelli di eccellenza raggiunti da loro, come da molti altri nostri alunni, sono il frutto di sacrifici ed impegno personale che prescindono dalla scuola.Tuttavia, forse, il contributo degli anni di studio passati nelle aule dell’I.P.S. Telese, a contatto con i docenti, ha fornito quella iniziale passione e quel bagaglio di competenze di base che è imprescindibile per i futuri successi”.

Successi che spingono l’istituto ad allargare i propri orizzonti e gli indirizzi di studio. Quest’anno infatti si aprirà il nuovo indirizzo di studi dei Servizi commerciali per il Turismo, con l’intenzione di dare originali e diverse opportunità ai ragazze ed alle ragazze di Ischia e Procida.

Insomma, il messaggio è chiaro. LI.P.S. Vincenzo Telese è un punto di riferimento. Un luogo dove è possibile gettare le fondamenta per una carriera di prestigio. Una scuola che continua e continuerà a dare il suo contributo alla crescita delle eccellenze isolane ma più complessivamente a dare il suo impegno verso tanti ragazze e ragazzi che possono trovare una collocazione nel mondo del lavoro e progettare la propria vita in modo consapevole ed istruito. Eppure – sottolinea il preside Sironi – l’istituto Telese vive una grave situazione di disagio : a fronte di 42 classi ha a disposizione solo 25 aule – e non vogliamo contare gli oltre 130 iscritti al Centro di Educazione degli adulti. L’istituto è costretto ad una organizzazione oraria complessa con ingresso alle 8,10, uscita alle 14,50, doppi turni e rotazione. Una situazione che dura da anni e che non pare trovare soluzione.

Solo lo sforzo organizzativo costante, l’impegno ed il sacrificio di lavoratori ed alunni, consente all’Istituto Vincenzo Telese di continuare nella propria missione di risorsa e di eccellenza per Ischia e Procida. Dobbiamo purtroppo rimarcare che un assordante silenzio circonda le pur legittime richieste di docenti, alunni, famiglie perché si trovi, anche in prospettiva, una soluzione ai problemi ben noti a tutti.

“Tutta la comunità educativa – conclude Sironi – rinnova la propria fiducia nel ruolo e nella capacità delle istituzioni pubbliche di dare le giuste risposte ai cittadini, per quanto giovani essi siano”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close