Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

L’antitrust conferma: il COTRASIR va sciolto

In una relazione sono stati pubblicati gli impegni presi dalle aziende che rientrano nel consorzio che gestisce il trasporto dei rifiuti dall’isola verso la terraferma. Tra questi, quello più significativo è l’estinzione del soggetto giuridico travolto da denunce ed esposti per violazione delle norme che disciplinano concorrenza e libero mercato

Ove mai ce ne fosse bisogno, l’Antitrust lo ha confermato ancora una volta. L’autorità garante della concorrenza e del mercato ha stabilito infatti che il consorzio Cotrasir, che si occupa di gestire il trasporto dei rifiuti dall’isola d’Ischia in terraferma, deve essere sciolto. E’ l’ultimo atto di un procedimento istruttorio che era stato avviato lo scorso 14 gennaio nei confronti di Marittima S.p.A. (Mediterranea Marittima), Medmar Navi S.p.A. (Medmar Navi), Servizi Marittimi Liberi Giuffré e Lauro S.r.l. (Giuffré e Lauro), Tra.Spe.Mar. S.r.l. (Traspemar”), GML Trasporti Marittimi S.r.l. (GML) e Consorzio Trasporti Speciali Infiammabili e Rifiuti (COTRASIR). Adesso di fatto l’Antitrust pubblica ufficialmente con il provvedimento n. 28290 gli impegni presentati dalle parti lo scorso 1 luglio 2020 e tra i quali ovviamente c’è anche quello di scrivere i titoli di coda sull’esistenza del consorzio.

Nello specifico, l’autorità pubblica quanto di seguito riportato, che è abbastanza esplicativo: “Nell’impegno a sciogliere COTRASIR e GML e ad astenersi in futuro dall’attuazione di forme di concertazione finalizzate alla prestazione dei servizi analizzati dall’istruttoria, ivi comprese eventuali gestioni in forma consortile dei medesimi; – nell’impegno a dotarsi e a dare attuazione a specifici programmi di compliance antitrust conformi alle Linee Guida adottate da codesta Autorità e a sottoporne il contenuto all’AGCM per approvazione, nonché ad aggiornare i medesimi con cadenza annuale; – nell’impegno ad incontrare periodicamente, in tavoli tecnici appositamente convocati, i principali clienti ed enti locali fruitori dei servizi di trasporto analizzati dall’istruttoria, al fine di verificare la possibilità di incrementare la qualità dei servizi in ragione delle esigenze che verranno manifestate nel corso degli incontri. Gli incontri avranno luogo mediante sessioni alle quali parteciperà individualmente ciascuna delle Parti.

Le società affideranno a un monitoring trustee, individuato secondo la prassi antitrust, il compito di moderare e rendicontare gli incontri, del cui andamento sarà informata anche l’AGCM. Il primo tavolo tecnico sarà convocato entro un mese dalla notifica dell’eventuale provvedimento di accoglimento degli Impegni; successivamente, gli incontri avranno cadenza semestrale, per un periodo di cinque anni; – nell’impegno ad applicare un cap sui prezzi dei servizi analizzati dall’istruttoria. In particolare, Traspemar, Mediterranea Marittima, Giuffré e Lauro e Medmar Navi si impegnano ad applicare ai clienti, per la prestazione dei servizi di cui trattasi, prezzi non superiori ad alcuni corrispettivi dettagliatamente elencati in due appositi allegati al formulario impegni (All. A per il trasporto infiammabili e All. B per il trasporto rifiuti), e individuati distintamente per la tratta Ischia -Procida – Napoli (Casamicciola -Procida- Pozzuoli per il trasporto rifiuti) e per quella Napoli-Capri. Le società affideranno al monitoring trustee il compito di verificare a consuntivo, con cadenza semestrale, l’adeguatezza dei prezzi applicati, segnalando alle Parti eventuali correttivi da adottare nel successivo semestre. Il pagamento del corrispettivo dei servizi così limitato quanto al suo importo massimo dovrà avvenire contestualmente alla prenotazione. L’impegno è assunto anch’esso per un periodo di cinque anni”.

Insomma, l’Antitrust ha preteso lo scioglimento ad ulteriore conferma che uno strumento – nato sulla carta per essere concorrenziale e magari per rendere un servizio migliore a costi più bassi – di fatto sarebbe servito solo per mascherare un cartello che di fatto è diventato un monopolio, portando anche un inevitabile impennata delle tariffe a carico delle aziende che svolgono il servizio di igiene urbana sul territorio isolano, vicenda che era stata oggetto anche di esposti e denunce in Procura ed alle forze dell’ordine. Intanto, eventuali modifiche agli impegni assunti dovranno essere inviate all’autorità entro e non oltre il prossimo 18 settembre. La decisione di avviare l’istruttoria, come detto, risale al gennaio 2020 e nella circostanza l’autorità garante della Concorrenza e del Mercato partiva nella sua attività d’indagine da ben quattro segnalazioni. La prima risaliva al maggio 2018 quando l’Associazione Consumatori Utenti – ACU di Casamicciola segnalò all’Autorità “restrizioni concorrenziali nel mercato del trasporto carburanti da e per le isole del Golfo di Napoli”. Poi il 4 marzo 2019 (e successivamente più volte integrata) Ambrosino srl che è un operatore che trasporta prodotti petroliferi da e per le isole di Ischia e Procida, denunciò all’Autorità l’operato del Consorzio Trasporti Speciali Infiammabili e Rifiuti (COTRASIR). In particolare, la società rappresentava che, a partire dal 10 settembre 2018, l’impresa GML, esercente il servizio di trasporto marittimo carburanti lungo la rotta NapoliProcida-Ischia (Casamicciola), aveva comunicato ai suoi clienti il subentro del COTRASIR nell’attività di bigliettazione; contestualmente, GML aveva comunicato un nuovo piano orari e nuove (incrementate) tariffe. Ulteriori rincari erano stati comunicati direttamente dal Consorzio a far data dal 16 dicembre 2018 e 1 aprile 2019. Pochi mesi dopo, l’11 giugno 2019 un’ulteriore segnalazione veniva trasmessa all’Autorità da parte del Comune di Barano d’Ischia, in rappresentanza dei Comuni dell’isola di Ischia e del Comune di Procida. I sette Enti lamentavano una serie di problematiche riscontrate relativamente al trasporto marittimo dei rifiuti dalle isole verso la terraferma, ugualmente esercito dal COTRASIR che, di conseguenza, portavano ad un aumento della Tari.

Nel contempo i Comuni segnalarono anche disservizi come ripetute e ingiustificate soppressioni di alcune corse, condizioni ingiustificatamente gravose per la prenotazione con pretesa di riservare contestualmente sia il viaggio di andata che di ritorno, condizioni penalizzanti dovute alla richiesta di pagamento anticipato per entrambe le corse. La quarta denuncia, datata 19 luglio 2019 era pervenuta una successiva denuncia della società ENI, cliente di Ambrosino per il servizio di trasporto carburante dalla terraferma verso l’isola di Ischia. La società evidenziava che, da quando le due compagnie di navigazione che gestivano in regime di mercato il servizio di trasporto marittimo merci da e per l’isola (GML e Traspemar) avevano creato il Consorzio Trasporti Speciali Infiammabili e Rifiuti, il medesimo ha iniziato a gestire direttamente il servizio di trasporto marittimo degli infiammabili per tutte le isole del Golfo di Napoli e aveva stabilito una tariffa comune per entrambe le imprese consorziate. 

Ads

L’ipotesi di violazione della normativa antitrust appariva, dopo aver preso atto di esposti e denunce, potersi formulare anche sulla base dalle evidenze in atti che testimoniavano la fissazione di prezzi via via crescenti, direttamente da parte del Consorzio, sia per il servizio di trasporto carburanti sia per il servizio di trasporto rifiuti, a partire dal momento della sua costituzione. “Secondo le informazioni acquisite risulta, altresì, – scrivevano dall’Autorità – che il COTRASIR rappresenti l’unica opzione per i fruitori dei servizi di trasporto carburanti e rifiuti da e per le isole campane. Gli altri soggetti potenzialmente in grado di svolgere, o che hanno in passato svolto, i servizi di trasporto marittimo de quibus da e per le isole del Golfo (es. Caremar, Medmar Navi, Servizi Marittimi Liberi Giuffré & Lauro ecc.) risultano infatti a vario titolo societariamente legati a GML e comunque non più operativi nelle tratte interessate a seguito della nascita del COTRASIR”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex