CULTURA & SOCIETA'

“L’arca dei ricordi”, lo spettacolo di Sant’Anna rivive a Forio

Martedì sera il gruppo fantasy Napoli ha riproposto quanto realizzato la notte della festa a mare agli scogli di Sant’Anna aggiudicandosi il primo premio

Le emozioni della notte più magica dell’anno, quella della festa a mare agli scogli Sant’Anna, sono state riproposte martedì sera a Forio dove, nel piazzale del Soccorso, il gruppo Fantasy Napoli capeggiato dal maestro Gaetano Maschio ha riproposto lo spettacolo de L’arca dei ricordi. Questo il titolo dato alla barca che, lo scorso 26 di luglio, si è aggiudicato il primo premio della 87 festa a mare agli scogli di Sant’Anna. Presenti al piazzale tutti gli amici coinvolti nella realizzazione della barca allegorica che, con la direzione artistica del maestro Maschio ha conquistato il pubblico aggiudicandosi anche il premio Domenico Di Meglio e il premio Funiciello per il bozzetto più bello.

E al Soccorso erano tanti anche i turisti che, grazie anche a dei maxischermo dove sono state proiettate le immagini più belle di questa meravigliosa esperienza, hanno potuto assaporare così l’atmosfera della festa regina dell’estate ischitana: Sant’Anna. Protagoniste anche la mitica motoretta, asso nella manica della Fantasy Napoli che, uscendo a un tratto su di una zattera, ha conquistato la baia di Cartaromana che è esplosa in un’enorme applauso tra entusiasmo e meraviglia. In tantissimi ne hanno approfittato per immortalarsi accanto a uno dei simboli della Dolce vita Ischitana come pure nei pressi della statua della Libertà che, nella scena, rappresentava quanti, partiti da Ischia, approdavano con enormi sacrifici in America. «Ho cercato in questi giorni di grandi emozioni le parole giuste da rivolgere a voi tutti: la grande Famiglia dell’ “Arca dei ricordi”. Prendo spunto dal mio testo, che ha accompagnato la nostra barca verso la vittoria della 87^ edizione della Festa a mare agli Scogli di S. Anna, per esprimere il sentito GRAZIE a tutti voi: “Acqua ” diventata “Arca” continua a preservare i nostri “Ricordi”. Sarai per noi simbolo di ciò che fu, certezza nel presente, scrigno da consegnare alle future generazioni.

La nostra “ARCA ISCHITANA”! La gioia e l’emozione, che ho ravvisate nei vostri occhi e che certamente avete, specularmente, letto nei miei, resteranno indelebilmente impresse nella nostra mente, unitamente allo spirito di squadra, al sacrificio quotidiano, al senso di abnegazione ed al desiderio di fare bene. Saranno questi i Ricordi più belli e questa volta lo scrigno prezioso sarà il nostro Cuore. Grazie a Tutti ed a Ciascuno per l’impegno, che avete profuso perché tutto andasse per il meglio. Vi stringo in un grande abbraccio e vi invito a continuare così. Ad majora». Così il direttore artistico Gaetano Maschio, artefice del successo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close