Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Largo Giuseppe Varchetta, arriva la cerimonia d’intitolazione

ISCHIA. Avverrà sabato 10 marzo la cerimonia d’intitolazione del largo Giuseppe Varchetta; l’appuntamento alle ore 12:00 presso la Pineta Mirtina. Protagonista di numerose battaglie d’impegno civile, l’Amministrazione del Comune d’Ischia ha voluto interpretare i sentimenti d’affetto dell’intera cittadinanza, a un anno dalla scomparsa del Varchetta. Costretto alla sedia a rotelle per diversi anni, Giuseppe è stato un instancabile difensore dei diritti dei cittadini diversamente abili.  Con quella carrozzella che chiamava “la sua Ferrari”, accompagnato dalla sua inseparabile cagnolina Duchessa, per gli amici Duchy,  amava girare per la sua isola segnalando quelle che erano le barriere architettoniche da abbattere. «Quello di un’isola più accessibile era il sogno di Giuseppe Varchetta, a noi il compito di riuscire a realizzarlo. Con questa simbolica intitolazione – dichiara il Sindaco Enzo Ferrandino – vogliamo dire grazie a quanti, ogni giorno, s’impegnano nel rispetto delle regole affinché Ischia possa essere sempre più un’isola accessibile a tutti».

Sulla vicenda è intervenuto anche Gennaro Savio che ha sottolineato come “Per volontà dell’amministrazione comunale di Ischia, si concretizza la proposta avanzata nei mesi scorsi dal Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, guidato dal Segretario generale Domenico Savio, di intitolare l’ingresso della Pineta Mirtina di Ischia a Giuseppe Varchetta, il cittadino ischitano che per l’intera comunità ha rappresentato uno straordinario esempio di dignità umana essendo stato un eroico combattente a difesa del diritto alla mobilità di tutti coloro che sono costretti a muoversi su di una carrozzina”. Savio ricorda ancora: “Morto il 28 gennaio 2017 alla giovane età di 44 anni, Peppe ha lasciato un vuoto incolmabile non solo in chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, ma in tutta la collettività isolana proprio grazie al suo determinato e quotidiano impegno a difesa dei diritti dei più deboli. Nel ringraziare l’amministrazione per aver assecondato la nostra proposta ritengo che si tratti di un giusto e doveroso riconoscimento nei confronti di chi, come Peppe, nel corso della sua esistenza si è battuto con coraggio e determinazione per il diritto alla mobilità dei diversamente abili e per l’abbattimento delle odiose barriere architettoniche che noi ci auguriamo vengano eliminate quanto prima su tutta l’Isola. E col PCIM-L, naturalmente, continueremo a batterci affinché ciò avvenga. Perché riteniamo che solo rispettando e sino in fondo i diritti dei diversamente abili, a partire da quello alla mobilità, potremo degnamente onorare la memoria dell’amico Peppe Varchetta”.

Gennaro Savio

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x